buzzoole code

Alfa Romeo Giulia, la novità è il motore benzina da 350cv (FOTO) Su Wikipedia il dettaglio che fa la differenza, Giulia Q4 da 350cv sarebbe in arrivo

Fallo sapere ai tuoi amici

Partiamo dal presupposto che l’immagine di copertina di questo articolo è una foto di repertorio e quindi in realtà non mostra i dettagli di quella che sarà la Giulia Q4 di cui vi stiamo per parlare, vettura che secondo quanto riportato da Wikipedia.org sarebbe in grado di sviluppare una potenza di 350 cv grazie ad un propulsore 2.0 biturbo benzina.

Fonte: alvolante.it
Fonte: alvolante.it

Sarebbe questa la famosa “via di mezzo” (insieme al 280cv), che permetterà ad Alfa Romeo di combattere all’estero sul mercato dei grandi propulsori contro le concorrenti, tedesche tra tutte. In Italia un motore del genere non può che avere poco spazio a causa soprattutto degli alti costi di gestione che comporta, per questo dentro la Casa del Biscione starebbero pensando ad un posizionamento aggressivo soprattutto negli Stati Uniti e in Germania dove Giulia sta andando bene.
Fonte: wikipedia.org
Fonte: wikipedia.org

Attualmente la gamma Q4 comprende il Diesel 2.2 da 210cv ed il benzina 2.0 da 280cv.

Iscriviti alla nostra VIP AREA ed entra nel Club di Motori più esclusivo!

Permessi Marketing

Carblogitalia userà le informazioni che tu hai fornito in questo modulo per rimanere in contatto con te fornendoti aggiornamenti e utilizzando i dati a scopo marketing.

Perfavore, facci sapere cosa possiamo mandarti:

Puoi in ogni momento cambiare idea cliccando "Disiscrivi o Unscribe" nella parte bassa delle email che riceverai da parte nostra o contattandoci all'indirizzo press@carblogitalia.it

Ci impegniamo a trattare i tuoi dati con rispetto. Per ulteriori informazioni sulle nostre Politiche di Privacy visita la sezione dedicata sul nostro sito. Cliccando di seguito acconsenti all'utilizzo da parte nostra dei tuoi dati in accordo con i termini di cui sopra.


Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento