buzzoole code

Audi: ecco il piano 2016 con la nuova Q2, tagli ed investimenti (FOTO) Audi conferma il piccolo suv, assume personale e taglia le spese inutili

Fallo sapere ai tuoi amici

Audi ha annunciato che intende spendere “oltre tre miliardi di euro” nel corso del 2016 e ottimizzare al contempo la struttura dei costi. Il tutto riservando attenzione particolare alla base produttiva tedesca e alle nuove tecnologie.
Le notizie, riportate da Quattroruote.it, sono state riprese dalla nota finanziaria di fine anno, che conferma gli investimenti su nuovi prodotti e sull’ampliamento della gamma. La conferma più importante riguarda il “mini” suv che dopo alcune indecisioni legate a una disputa sul “naming”, verrà battezzato Q2.

Nell’arco dei prossimi dodici mesi vedremo anche la prossima generazione della Q5 che sarà più leggera e tecnologica dell’attuale.
Investimenti centrati poi sulla propulsione alternativa con l’obiettivo di immettere sul mercato la prima elettrica di grande serie nel 2018, sfruttando il powertrain a zero emissioni della concept e-tron quattro, presentata tre mesi fa al Salone di Francoforte.

Fonte: autoguide.com
Fonte: autoguide.com

Non solo investimenti ma anche riduzione dei costi come ha dichiarato il responsabile finanziario Axel Strotbek, puntualizzando che i tagli non saranno “a scapito del futuro” ma che ogni investimento verrà “attentamente esaminato”. Primo frutto di questo approccio più oculato è il posticipo della nuova galleria del vento, la cui costruzione verrà rimandata di un anno rispetto al previsto.

Sostanzialmente nel 2016 l’Audi (che ha ufficializzato la spesa di 850 milioni di euro per l’operazione con cui ha comprato un terzo di Nokia Here) assumerà nuovo personale “esperto nelle propulsioni alternative, nei materiali leggeri e nell’IT, per stimolare la crescita di Audi connect e della smart factory” spingendo sui settori strategici e sul futuro, risparmiando dove è possibile e necessario dopo lo scandalo che ha colpito il gruppo.

Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento