buzzoole code

Auto usate: compro auto, privati e concessionarie 


Fallo sapere ai tuoi amici

Il mercato automobilistico da sempre deve parte dei suoi profitti ad un’attività di vendita di veicoli usati. Sembra, soprattutto negli ultimi tempi, che comprare auto usate per poi rivenderle gestendo sia la parte burocratica che economica, sia diventata un’attività particolarmente rinomata e diffusa. Molte sono le sturtup che nascono con lo scopo di acquistare solo ed esclusivamente auto usate. Una di queste è, ad esempio Soluzione Auto. Probabilmente questa tendenza di mercato nasce dall’esigenza realistica che molti acquirenti hanno di non potersi permettere un’auto nuova. Queste agenzie acquistano veicoli usati, li controllano sia sotto l’aspetto meccanico che per quello prettamente burocratico, e di cui posseggono regolarmente l’atto di proprietà che hanno prontamente acquistato.

Vendere tramite i compro auto usate

Quali sono gli step da seguire per la vendita della propria auto? Se si intende vendere la propria auto senza perdere troppo tempo utilizzando i canali dei compro auto usate sono sufficienti questi piccoli passaggi:

1. Accedere al sito del compro auto più vicino

2. Richiedere una valutazione online dell’auto

3. Prenotare un appuntamento nella sede del compro auto

4. In caso di accettazione della valutazione, in seguito a visione del veicolo da parte dei periti del compro auto, si passa agli adempimenti burocratici a carico della società

5. Ricevere il pagamento (assegno o contanti).

Altre modalità di vendita

Per chi non è ancora convinto di questa soluzione proviamo a dare uno sguardo a quali potrebbero essere le altre strade percorribili in questo momento per vendere la propria auto.  Se si decide di vendere ad un privato si presentano fin dall’inizio una serie di problematiche, ossia:
– pubblicare sui siti di annunci le caratteristiche e il prezzo dell’auto
– farla valutare privatamente
– prendere appuntamenti
– le trattative diventano lunghissime
– l’acquirente vorrà accertarsi che sia tutto come stabilito quindi una prova su strada con eventuali interventi di manutenzione
– il pagamento resta sempre un’incognita

Se si decide di vendere, invece, ad una concessionaria la maggior parte dei problemi sopracitati vengono eliminati ma bisogna considerare le commissioni da pagare o vendere ad un prezzo inferiore rispetto alla stima fatta.
Documentazione e altre informazioni 

Sia che si tratti di vendere ad un privato o ad una concessionaria o ad un’agenzia di compro auto usate la documentazione da presentare è la medesima. Il libretto di circolazione deve essere in regola, così come tutte le revisioni, qualche inesattezza può incidere fortemente sul valore d’acquisto della vettura se non addirittura sul rifiuto da parte del compratore di procedere all’acquisto.

Gli incidenti avuti restano nello storico dell’auto e quindi ogni riparazione va dimostrata con l’apposita documentazione. Il contachilometri ha il suo peso, in base ai chilometri percorsi il valore dell’auto potrà abbassarsi o alzarsi. La strada percorsa incide molto sulla stima fatta del veicolo e dalla sua possibilità di essere acquistato. L’anno di immatricolazione è un altro elemento da valutare. Più l’auto è vecchia più il mercato abbassa il suo valore. Un finanziamento non estinto a carico della macchina da vendere potrebbe scoraggiarne l’acquisto. Una volta considerati questi elementi e con tutta la documentazione a portata di mano la vendita sarà sicuramente più semplice e veloce.

Vota qui ora gratuitamente da 1 a 5 stelle 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)

Loading...
Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento