buzzoole code

Abolizione bollo auto, a rimetterci i soliti noti Risparmi per le grandi cilindrate, il bollo va contro chi usa l'auto tutti i giorni

Fallo sapere ai tuoi amici

I 6,1 miliardi di euro di mancato gettito in caso di abolizione del bollo auto saranno rimpiazzati con l’aumento delle accise sui carburanti pari a 0,16 euro al litro. Lo sottolinea la Cgia di Mestre precisando che in linea generale ad avvantaggiarsene sarebbero gli automobilisti che posseggono una vettura di grossa cilindrata e percorrono mediamente pochi chilometri. A rimetterci, invece, sarebbe chi percorre più di 20.000 chilometri all’anno. Tenendo conto che l’aumento dell’accisa comporterebbe anche un aumento del gettito Iva, la Cgia ha calcolato il nuovo prezzo alla pompa che un ipotetico automobilista sarebbe costretto a sostenere a seconda dei consumi e del numero di chilometri percorsi.

Se un’auto a gasolio di 1.900 cc attualmente paga 227 euro all’anno di bollo, il proprietario perderebbe il beneficio dell’abolizione solo dopo aver percorso più di 20.000 chilometri. Ugualmente per un’auto a benzina di 1.600 cc che ora paga 199 euro di bollo auto. Con la cancellazione di quest’ultimo, il vantaggio economico si esaurirebbe con il raggiungimento dei 20.000 chilometri. Per un’auto a benzina di piccola cilindrata (1240 cc) il risparmio terminerebbe con il raggiungimento dei 15.000 chilometri all’anno. La proposta rischia di penalizzare chi utilizza l’auto per ragioni professionali, come i taxisti, gli autonoleggiatori, gli agenti di commercio e i piccoli trasportatori.

Vota qui ora gratuitamente da 1 a 5 stelle 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)

Loading...
Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

One thought on “Abolizione bollo auto, a rimetterci i soliti noti

Rispondi o lascia un commento