buzzoole code

Dixon vittorioso a Phoenix, giunge secondo il nuovo leader della classifica iridata Grazie a una gara senza imperfezioni il campione in carica Scott Dixon si impone sugli avversari in Arizona

Fallo sapere ai tuoi amici

Dopo undici anni di assenza la Indycar ritorna nell’ovale di Phoenix, Arizona e a giovarne maggiormente è sicuramente il campione in carica del team Chip Ganassi Scott Dixon, che grazie a una condotta di gara costante è riuscito, una volta portatosi in testa alla corsa, a mantenere la posizione fino al calare della bandiera a scacchi, o meglio, fino al calare della bandiera gialla del 249esimo giro su 250 (causata da un detrito di carbonio proveniente dalla vettura di Hunter-Reay) che ha chiuso anticipatamente lo sprint finale degli inseguitori Pagenaud, Power e Kanaan (che hanno concluso in quest’ordine).
Da sottolineare l’ottimo risultato del giovane Newgarden, che con una condotta di gara aggressiva è riuscito ad agguantare il sesto posto dietro a Rahal, e dell’ex pilota Marussia Max Chilton, il quale grazie a una buona parte centrale di gara è riuscito a terminare in settima posizione alla sua prima gara in un ovale in Formula Indy.
Opaca invece la gara del vincitore di St. Petersbourg Juan Pablo Montoya che ha concluso solo in nona posizione. Sfortuna invece per Luca Filippi che, al 50esimo giro, finito sullo sporco finché subiva un sorpasso da Castroneves, è stato protagonista di un testacoda; l’italiano è riuscito a ripartire ma con numerosi giri di ritardo, terminando ventesimo, ossia ultimo tra i piloti non ritirati.

Vota qui ora gratuitamente da 1 a 5 stelle 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)

Loading...
Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Lorenzo Garofano

Studente di Scienze della Comunicazione a Verona con una passione irrefrenabile per l'automobilismo. Il richiamo della pista è l'unica tentazione a cui non so resistere.

Rispondi o lascia un commento