buzzoole code

Esclusiva, Peugeot sorpende tutti: è pronto il lancio dell’HYbrid AIR (FOTO) Peugeot prepara il lancio del primo sistema ibrido ad aria compressa, qui vi spieghiamo come funziona

Fallo sapere ai tuoi amici

Il Gruppo PSA Peugeot Citroen è pronto a raggiungere consumi superiori ai 21km/l per tutte le vetture in listino entro il 2020 e per farlo è pronta a lanciare su strada il suo asso nella manica: il sistema Hybrid Air.
Avete letto bene, Hybrid Air, un sistema che abbina alla classica propulsione a benzina un sistema ad aria compressa così come avviene con gli ormai tradizionali motori elettrici.

Il sistema ideato da PSA andrà a rimpiazzare il pacchetto tradizionale motore elettrico + batterie + cambio CVT – reso celebre, per prima, dalla Toyota Prius Hybrid – con un nuovo schema che prevede un motore idraulico, un serbatoio di aria compressa e una trasmissione epicicloidale.

Fonte: autoevolution.com
Fonte: autoevolution.com

Il nuovo programma ideato dai francesi prevede tre modalità di funzionamento: benzina, combinata e ad aria.
Modalità a benzina: la modalità benzina, più indicata per viaggiare ad un ritmo costante, fa si che la trazione riceva potenza unicamente dal motore a combustione interna, e fin qui niente di nuovo.
Modalità combinata: poi c’è la modalità Combinata, dal funzionamento molto più interessante: quando c’è bisogno di maggiore potenza, ad esempio su una salita o in caso di sorpasso, entra in azione il motore idraulico che aggiunge la sua potenza a quella del motore a combustione.
Modalità Aria: infine la modalità aria, che entra in scena alle basse velocità, ad esempio in città, funzionando in maniera indipendente, silenziosa e a emissioni zero.

In comune tra questo e il sistema ibrido che andrà a sostituire c’è il recupero dell’energia, che utilizza l’energia cinetica accumulata in frenata e in decelerazione per comprimere l’aria nel serbatoio situato sotto il pianale dell’auto.

Fonte: blog.vehiclejar.com
Fonte: blog.vehiclejar.com

I vantaggi dell’Hybrid Air saranno enormi. Infatti si eliminano così tutti quegli inconvenienti legati alle batterie agli ioni di litio, come i costi elevati, la durata limitata e il difficoltoso smaltimento. Infine si riducono peso e volume, liberando spazio all’interno dell’abitacolo.
Testato su Peugeot 208 e Citroen C3 l’implementazione dell’apparato consente di raggiungere consumi record di 2,9l/100km con emissioni di 69g/km di CO2 ed una autonomia in modalità Aria superiore a quella che si avrebbe con l’elettrico.

Vota qui ora gratuitamente da 1 a 5 stelle 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (8 votes, average: 4,38 out of 5)

Loading...
Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento