buzzoole code

F1, commento e confronto tra Hamilton e Schumacher Considerazioni sul tre volte iridato F1 che ha criticato i mondiali vinti dal Kaiser

Fallo sapere ai tuoi amici

Prima di passare al commento riprendiamo brevemente quanto accaduto.
Come già sappiamo, non appena messe le mani sul terzo titolo mondiale e nemmeno il tempo di godersi il successo, che Lewis Hamilton si è già dato la zappa sui piedi finendo al centro di una bufera mediatica e soprattutto nel mirino del Fan club di Michael Schumacher. Come riferisce il tabloid tedesco Kolner Express, il campione inglese si è lasciato andare in dichiarazioni poco simpatiche e persino irrispettose nei confronti del 7 volte iridato tedesco, in riabilitazione dopo il tristemente famoso incidente di quasi due anni fa, sulle nevi di Meribel (Francia) nel dicembre del 2013.

Lewis dichiara: “Ho vinto i miei titoli solo grazie alle mie abilità, non ho mai fatto ricorso a ciò che ha fatto Schumacher nella sua carriera”.
Con queste dichiarazioni probabilmente Hamilton insinua alle annate in cui Schumi conquistava i titoli anche con contrasti duri.

Fonte: news.superscommesse.it
Fonte: news.superscommesse.it

Pur amando il Kaiser è comunque doveroso ricordare il primo titolo mondiale vinto ai danni Damon Hill nel ‘94, quando il tedesco speronò l’inglese, mettendo entrambi fuori gioco, o le bagarre al limite del regolamento (contro Jacques Villeneuve nel ’97 a Jerez, quando tentò di buttare fuori il canadese per assicurarsi il mondiale e venendo persino squalificato dalla FIA).

Ci sono stati inoltre vari scontri con Juan Pablo Montoya negli anni d’oro dell’avventura in Ferrari, e purtroppo anche gli ordini di scuderia a suo favore con il pilota scudiero, il buon Barrichello (celebre il GP di Austria nel 2002).
Ma, e c’è un grosso “ma”, in effetti l’inglese sembra essersi montato un po’ la testa per scagliarsi contro la leggenda di questo sport. Un pilota che ha vinto 7 titoli mondiali, 5 di fila in un dominio ininterrotto, e che ha ancora un margine di 4 titoli che lo separa da un “attacco al record” da parte di Lewis.

A voler ben vedere, il suo primo titolo mondiale (GP Brasile 2008) l’ha vinto sopratutto perché il poco sportivo Glock si è lasciato sfilare con grande facilità all’ ultima curva (sperando in un contratto in Mclaren l’anno dopo?) togliendo di fatto il mondiale al Ferrarista Felipe Massa.
E’ anche vero che l’anno prima aveva perso il campionato per un punto proprio ad Interlagos a favore di Kimi Raikkonen, ma è pur vero anche Schumi perse il suo ottavo, e ripeto ottavo mondiale a Suzuka 2006 per una rottura del motore lanciando Alonso e la Renault in trionfo (e alcuni anche gli anni prima del 2000 con Hakkinen e Villeneuve).
I restanti due mondiali Hamilton li ha vinti (ANCHE) grazie al missile AMG, peraltro sviluppato dal campione tedesco quando era ancora in attività e dal suo compagno e rivale Nico Rosberg, che hanno lavorato dietro le quinte per anni per avere poi in questo ultimo biennio auto super performanti come le W05 e W06 Hybrid.
Mentre il campione tedesco per arrivare alle monoposto Rosse e invincibili (dal 2000 al 2004), lavorò e sviluppò duramente fin dal suo arrivo nel 1996, quando in Ferrari c’era crisi nera.

Fonte: motorsportretro.com
Fonte: motorsportretro.com

Analizzando il commento di Hamilton, forse può non avere tutti i torti, qualche “stratagemma” il Kaiser l’avra pure usato (e lo sanno anche i fan più sfegatati del Re) ma come ha detto il numero 1 del fan club di Kerpen: “Hamilton dovrebbe accendere il cervello prima di parlare, specialmente alla luce della situazione che sta vivendo la famiglia Schumacher e il campione in sé. E dovrebbe imparare e prendere spunto da tutto quello che ha fatto Michael.. Chi sbatte in faccia così tanto agli altri il proprio orgoglio, prima o poi finisce per cadere per terra”
E tutti noi possiamo solo essere della stessa idea, rinnovando, già che ci siamo, un augurio di guarigione al 7 volte campione del mondo e leggenda di questo sport!

Vota qui ora gratuitamente da 1 a 5 stelle 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)

Loading...
Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

The following two tabs change content below.

Lorenzo Cavallo

Appassionato di Formula 1, MotoGP e di molti altri sport motoristici. Tutto cosa monti un bel motore sotto il cofano è apprezzato, la velocità e le corse sono la mia passione. Grazie per aver letto il mio articolo!

Rispondi o lascia un commento