buzzoole code

Ferrari 250 GTO: un mito diventato leggenda (FOTO) La leggenda del Cavallino che non tramonterà mai, qui tutto sulla 250 GTO

Fallo sapere ai tuoi amici

1961: la Federazione Internazionale dell’Automobile cambia il regolamento per l’assegnazione del titolo Costruttori per la stagione 1962 che sarà assegnato in base in base ai punteggi delle auto Granturismo e non più le Sport e Prototipi.
Da questa decisione nascerà un’auto del Cavallino Rampante che, ancor’oggi, è in grado di suscitare stupore e meraviglia.
Il 24 marzo 1962 debutta per la prima volta la Ferrari 250 GTO (Gran Turismo Omologata) alla 12  ore del Sebring guidata da Phill Hill e Olivier Gendebien che portano la vettura al primo posto nella categoria GT e seconda assoluta. Dopo questa gara si capisce subito che la 250 GTO sarà una vettura destinata a un futuro vincente: due vittorie al Tourist Trophy, due vittorie al Tour de France, una innumerevole sequenza di vittorie nelle gare di durata e delle vittorie nelle gare in salita.

Fonte: auto.ferrari.com
Fonte: auto.ferrari.com

Un’auto, a dir poco, fantastica, particolare come costruzione per la  sua linea pulita, l’aerodinamica e la coda tronca. La Ferrari 250 GTO monta un motore a 12 cilindri a V di 60° di 3 litri  che sprigiona una potenza tra i 295 e i 302 cavalli ( variava da modello a modello essendo costruite a mano). Il cambio è a 5 marcie più la retromarcia, il telaio in acciaio tubolare e i freni a disco. All’epoca non esisteva l’iniezione diretta infatti montava 6 carburatori Weber 38DCN che permettevano, però, una velocità massima di ben 280 km/h.

La sospensione anteriore è a ruote indipendenti, con  barra antirollio, molle elicoidali e ammortizzatori idraulici, mentre la sospensione posteriore è a ponte rigido, con balestre longitudinali e ammortizzatori idraulici.

Un’auto che rimarrà una leggenda, una vettura stupefacente sotto tutti i punti di vista, un’automobile che solo nominata fa venire la pelle d’oca: Ferrari 250 GTO.

Fonte: autoemotodepoca.altervista.org
Fonte: autoemotodepoca.altervista.org

Vota qui ora gratuitamente da 1 a 5 stelle 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)

Loading...
Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento