buzzoole code

Fiat Punto, 0 stelle è record negativo: adesso basta! 0 stelle e così Fiat Punto entra nella storia, forse è il momento che dica addio al mercato

Fallo sapere ai tuoi amici

Dopo 12 anni di onorata carriera Fiat Punto entra nella storia ottenendo il punteggio più basso mai assegnato dall’ente Euro NCAP, responsabile da decenni riguardo i test di sicurezza cui sono sottoposti tutti i modelli circolanti nel Vecchio Continente.
Dopo il risultato scarso di Fiat Tipo (qui trovate il nostro pezzo al riguardo), dove probabilmente c’è da preoccuparsi di più visto che il modello ha appena un anno di vita, adesso è Punto che fa discutere avendo ricevuto il punteggio di 0 stelle, mai assegnato prima d’ora a nessuna delle vetture sottoposte al test. Per chiarezza vi lasciamo qui sotto una mappa che indica il risultato sintetico conferito da ogni stella (il massimo è 5).

Fonte: Euro NCAP
Fonte: Euro NCAP

Il mercato dell’auto è un’industria e quindi a prescindere dal valore emotivo che può rappresentare la macchina per chi la possiede o è semplicemente appassionato dal settore che non conta quasi niente, si punta a scelte orientate su costi e ricavi. E’ quello che sta succedendo in Casa Fiat dove modelli di poco valore qualitativo continuano ad esistere grazie alla forza di vendite che non sembrano arrestarsi e al vantaggio, soprattutto, di costi di produzione oramai pressoché nulli perché ammortizzati da anni di impianti. Dodici per la precisione sono quelli della linea di costruzione di Fiat Punto lanciata nel 2005.
La stroncatura di Tipo era un avviso. Infatti sia Tipo che Punto (e non solo) nascono dallo stesso pianale denominato FGA Small, ovviamente rivisitato con l’aggiunta di materiali per ridurre il peso e nuovi dettagli tecnici che però sono riusciti a far ottenere un massimo di tre stelle alla neonata della Casa italiana che ha da subito conquistato il mercato.
Fonte: Euro NCAP
Fonte: Euro NCAP

Presto vi pubblicheremo la lista completa dei modelli che potrebbero essere coinvolti. Prima parliamo delle conseguenze di un voto del genere.
Partiamo dal punto di vista del Costruttore. Ricevere 5 stelle significa eccellenza. E’ sicuramente un valore aggiunto che dimostra su carta la qualità dell’auto prodotta. Non a caso chi le riceve pubblicizza il più possibile quello che è ormai quasi la sintesi di tutto il lavoro svolto per portare su strada quell’idea. Allo stesso tempo già ricevere 4 stelle è quasi una stroncatura a meno che il target di clientela non sia, è brutto da dire ma è così, più basso per capacità economica e cultura. Non a caso quando in passato si è pensato che un modello all’uscita potesse ricevere un punteggio più basso delle 5 stelle ecco che questo è stato posticipato e rivisitato per ricevere correzioni.
Dal punto di vista di chi compra invece c’è ancora poca informazioni. A partire dal concetto della sicurezza che è fondamentale è rilevabile un nesso diretto tra prezzo e punteggio ottenuto. Non è raro che auto dello stesso tipo con punteggi diversi nel test Euro NCAP vengano venduti, e fanno bene, a migliaia di euro di differenza.

Per capire le dimensioni del disastro infine basta pensare che il 72% dei modelli testati nel 2017 ha ottenuto le 5 stelle, contro il 56% del 2016. La sicurezza e la tecnologia a bordo delle auto per fortuna aumentano e noi ci meritiamo molto di più di quello che in tanti ad oggi ci offrono a prezzi che anche se all’apparenza convenienti si dimostrano invece come una rapina all’orario di punta.

Vota qui ora gratuitamente da 1 a 5 stelle 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)

Loading...
Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento