buzzoole code

Fiat Toro: ecco la versione Suv, è plebiscito di consensi (FOTO) La Fiat Toro diventa Suv grazie alle mani di un abile disegnatore, qui i dettagli

Fallo sapere ai tuoi amici

Vi abbiamo già parlato della Fiat Toro il pick-up lungo 490 cm e progettato in maniera specifica per il mercato sudamericano. Le forme gradevoli e proporzionate hanno permesso a questa vettura di raccogliere consensi in tutto il mondo . Ben realizzati anche gli interni e la parte meccanica appare assolutamente all’altezza. E c’è già chi immagina che dal Toro possa derivare un modello di suv con la stessa base meccanica.

Fonte: blogspot.com
Fonte: blogspot.com

Il disegnatore amatoriale Theophilus Chin ha reinterpretato lo stile del Fiat Toro per dare vita ad un Suv che perde le fattezze da pick-up. La svolta è stata eliminare il cassone e l’aver disegnato una linea della fiancata a salire, che ben si raccorda al nuovo montante posteriore. Del tutto nuovi sono il lunotto ed il portellone, mentre i fanali sono gli stessi del pick-up. Come è chiaro niente di tutto ciò rispecchia la realtà ma chissà che pezzi come questo non possano convincere Torino a pensarci sù, quindi forza, fallo girare!

Iscriviti alla nostra VIP AREA ed entra nel Club di Motori più esclusivo!

Permessi Marketing

Carblogitalia userà le informazioni che tu hai fornito in questo modulo per rimanere in contatto con te fornendoti aggiornamenti e utilizzando i dati a scopo marketing.

Perfavore, facci sapere cosa possiamo mandarti:

Puoi in ogni momento cambiare idea cliccando "Disiscrivi o Unscribe" nella parte bassa delle email che riceverai da parte nostra o contattandoci all'indirizzo press@carblogitalia.it

Ci impegniamo a trattare i tuoi dati con rispetto. Per ulteriori informazioni sulle nostre Politiche di Privacy visita la sezione dedicata sul nostro sito. Cliccando di seguito acconsenti all'utilizzo da parte nostra dei tuoi dati in accordo con i termini di cui sopra.


Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento