buzzoole code

Formula 1, Arrivabene: “dobbiamo mantenere alta la concentrazione, evitando di distrarci e guardando già avanti, al prossimo GP in Cina”. Il Team Principal nel dopo gara di Melbourne si complimenta con i piloti. Arrivano i colpimenti anche dal presidente Marchionne: "E’ stata un’emozione sentire nuovamente suonare l’inno italiano".

Fallo sapere ai tuoi amici

Nel dopo gara di Melbourne la gioia era tanta per scuderia e tifosi della Ferrari che finalmente sembra essere tornata ad essere competitivi per competere fino all’ultima gara per la conquista del titolo mondiale. Sembra… Infatti il team principal del “cavallino” Maurizio Arrivabene resta con i “piedi per terra” come si può capire dalle dichiarazioni dello stesso nel post gara “Questa è solo la prima gara del campionato: ne mancano ancora 19 e ad ogni Gran Premio dobbiamo mantenere alta la concentrazione, evitando di distrarci e guardando già avanti, al prossimo GP in Cina. La monoposto si è comportata benissimo in pista: era ben bilanciata e il rendimento costante delle gomme ci ha aiutato a mettere in atto una strategia aggressiva”.

Anche il presidente della scuderia di Maranello, Sergio Marchionne, ha voluto commentare la prima vittoria stagionale della sua Ferrari “Era ora. Sono contento per la squadra e i nostri tifosi che non ci hanno mai abbandonato. Era da circa un anno e mezzo che aspettavano questa vittoria. E’ stata un’emozione sentire nuovamente suonare l’inno italiano. Sebastian ha fatto una grande gara, e sono sicuro che Kimi sarà presto lì a lottare con il compagno. Ed è naturalmente un successo da condividere con tutta la squadra, sia in pista sia a Maranello, perché solo il lavoro di gruppo permette di raggiungere traguardi importanti”. Lo stesso si è congratulato poi con il giovane pilota della “rossa” che però in Australia ha corso con la Sauber conquistando la 12° posizione “Congratulazioni anche ad Antonio per il suo debutto in Formula Uno. Adesso però la cosa fondamentale è ricordarci che questo non è il punto di arrivo ma solo il primo passo di un lungo cammino che deve vederci tutti impegnati a migliorare ogni giorno“.

Tra due settimane tutti i piloti di Formula 1 gareggeranno sul tracciato di Shangai per il Gran Premio della Cina. La Ferrari arriverà all’appuntamento carica della vittoria di Vettel; mentre Hamilton cercherà subito di riscattarsi provando a vincere il prossimo Gran Premio; ma l’inglese della Mercedes non è l’unico che ha qualcosa da farsi “perdonare” come il pilota della Red Bull Daniel Ricciardo, Raikkonen (nonostante abbia fatto il giro veloce durante la gara) e il russo della Toro Rosso Kvyat.

Vota qui ora gratuitamente da 1 a 5 stelle 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)

Loading...
Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento