buzzoole code

Formula 1, J. Todt: “Siamo contenti che molte Case siano d’accordo con la direzione che ha preso la Fia” Il Presidente della FIA ha rivelato ai Media la volontà di alcuni esponenti sul tornare a un sound più coinvolgente

Fallo sapere ai tuoi amici

Nei giorni scorsi gli esponenti della FIA (Jean Todt), diversi rappresentanti del nuovo proprietario del Circus di Formula 1 e diversi tra i motoristi che già fanno parte della F.1 si sono incontrati a Parigi per discutere sulle nuove Power Unit che dovranno essere pronti entro il prossimo 2021. L’intento di tutti e quello di far riavvicinare i vecchi e nuovi “spettatori” di questo sport, che negli anni si sono sentiti un po’ delusi dallo spettacolo che offrono le monoposto in gara, in primis perché il rombo dei motori non è più come quello degli anni passati (almeno da quando è stato introdotto il motore ibrido). La cosa positiva, sottolineato anche dall’ex amministratore delegato della Ferrari, è la volontà di tutti è “Il desiderio di mantenere la F.1 al vertice della tecnologia ovvero come laboratorio dello sviluppo tecnologico rivelante pure per le auto di serie; sforzarsi a rendere le power unit del futuro più semplici, meno costose nello sviluppo e nella loro realizzazione; il miglioramento del suono dei motori; il desiderio di consentire ai piloti di spingere al massimo per tutto il tempo”.

Anche i piloti sono d’accordo a portare delle modifiche sulle proprie monoposto, uno su tutti il pilota olandese della Red Bull Max Verstappen, come afferma durante un’intervista rilasciata al quotidiano automobilistico “Autosprint”: “Sarebbe molto bello avere di nuovo un motore V10 o qualcosa simile, con un suono da far innamorare. Le power unit ibride vanno bene per me in macchina, ma credo non siano realmente esaltanti per i tifosi, se le confrontiamo con un V10 o V12. Manteniamo le cose come stanno per i prossimi 15 anni, mi andrebbe bene. Dopo possono trasformare tutto in elettrico. Fino ad allora spero che lo sport impieghi ancora un motore a benzina, uno che faccia anche rumore”.

Al momento però l’incontro avvenuto lo scorso venerdì nel quartiere generale della FIA è da considerarsi solo come un colloqui tra le parti, ma da parte di tutti c’è la volontà di apportare dei cambiamenti nei prossimi anni con l’intento di coinvolgere di nuovo tutti i tifosi di Formula 1 che in questi anni hanno abbandonato questo sport o addirittura sono rimasti delusi perché rivorrebbero riascoltare il vecchio rombo delle monoposto, ovvero vorrebbero che le automobili ritornassero a “ruggire” come un tempo.

Vota qui ora gratuitamente da 1 a 5 stelle 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)

Loading...
Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento