buzzoole code

Formula 1, Verstappen: “Le Ferrari mi hanno distrutto il GP” L'Olandese dà la colpa a Raikkonen su l'accaduto in Belgio. Il Finlandese rimane neutro ma lo "bacchetta". Vettel esce deluso da Spa

Fallo sapere ai tuoi amici

All’indomani del week end in Belgio, il quale lascia dei piloti, chi delusi (Vettel) e chi invece si sente una vittima (Verstappen) un po’ con “l’amaro” in bocca perché appunto la Ferrari poteva cercare di puntare al “podio”, come afferma il pilota Sebastian Vettel: “Oggi potevamo salire entrambi sul podio, abbiamo fatto progressi”.  Nel tamponamento di inizio gara c’era anche l’atro pilota Ferrari Kimi Raikkonen, ma quest’ultimo ha commento in maniera neutra “l’accaduto” Non saprei di chi è stata la colpa, io sono rimasto in mezzo e non sapevo dove andare, non so dire chi dovesse fare cosa. Ma il Finlandese coglie l’occasione per “bacchettare” il pilota Olandese della Red Bull: “Va bene essere competitivi ma così non è corretto secondo me, non puoi correre così”.

Dall’altra parte, invece c’è un Verstappen che si sente la vittima di tutto ciò: “Credo sia molto chiaro quanto successo in partenza, in frenata mi sono affiancato a Ferrari e Kimi Raikkonen ha continuato a spingermi verso l’interno. Vettel è andato addosso a Kimi e lui è andato addosso a me”.

Comunque sia tutti e tre piloti a breve si lasceranno alle spalle quello che è successo sulla pista di Spa, proiettandosi già verso il Gp. D’Italia, previsto questo week end. Non è da escludere, un ennesimo duello tra i tre, visto che “duellano” anche per la classifica, infatti il giovane della Red Bull è distante solo pochi punti dai due Ferraristi. Domenica, durante la gara quindi gli occhi saranno tutti puntati su Vettel, Raikkonen e Verstappen al di là delle posizioni che riusciranno a guadagnare durante le qualifiche.

Vota qui ora gratuitamente da 1 a 5 stelle 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)

Loading...
Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento