buzzoole code

La MotoGP “vera” è finita, rovinata o si può salvare? Riflessione sul mondiale più tormentato degli ultimi anni, che rischia di abbattere questo sport

Fallo sapere ai tuoi amici

Il mondiale più bello e tormentato degli ultimi anni è finito (almeno in pista) ma non si accenna a finire al di fuori dei circuiti.
E a lungo andare, questa bufera di polemiche rischia di stancare (e già lo sta facendo) una buona fetta di appassionati del motomondiale, facendo calare ancora di più l’appeal e l’interesse verso uno sport già gravemente danneggiato nella competizione e nella sportività.

Tutti sappiamo com’è andata la storia, ma qui un breve riassunto per rinfrescarci la memoria…
In Australia si vede una gara splenida, con un super Iannone e una lotta fantastica, ma dietro le quinte Marc che rallenta Valentino per far scappare Lorenzo, salvo poi con un giro stratosferico, togliere il trofeo più bello al numero 99 perchè in fin dei conti, una vittoria è una sempre vittoria.

E da qui è partito tutto, Rossi ci aveva visto giusto con le sue dichiarazioni in Malesia, dapprima insensate ai più e derise anche dal rivale (“certo che Marquez mi ha aiutato, specialmente nell’ultimo giro…”) ma si sono rivelate purtroppo corrette proprio in gara, con il numero 93 che si è accanito contro il 46 con una forza mai vista prima per il pilota Honda, provocando poi una reazione (dito medio di Vale) e successive carenate fino a che il “fenomeno” di Cervera non è caduto a terra. Che poi la colpa fosse di Rossi e di un calcio malandrino, o di un incidente dettato dalla foga di marc, questo non si saprà forse mai.

Marquez ha invece centrato il suo obbiettivo, lasciare prendere il largo a Jorge, senza però vincere, cosa che fece un Dani Pedrosa molto in forma, in una delle poche gare di cui il vincitore, non è importante e non viene riconosciuto come dovrebbe.
A rossi sono stati assegnati i punti del 3o posto ma gli sono stati inflitti 3 punti di penalità sulla licenza (che sommati ad un altro già preso in precedenza, fanno 4). Risultato, partire ultimo in griglia il prossimo GP, ovviamente una condanna seppure con 7 punti di vantaggio di Lorenzo.

Fonte: www.insella
Fonte: www.insella

Da qui sono scaturite enormi polemiche, si sono pronunciati tutti, sportivi, campioni e artisti, vip e piloti, ci sono stati scontri a distanza, Sfoghi sul web fazioni di tifosi sui social in guerra tra loro, gli inviati delle iene picchiate a casa Marquez, denunce, minacce, eventi, sfuriate, provocazioni ed invocazioni a Iannone e Hashtag come “Escilo” “Iostoconvale” e cose del genere.
E per finire ricorsi in tribunale dello sport (per Rossi per togliere la squalifica, e Lorenzo per intromettersi nella causa).
La Motogp si riduce ad un duello Italia-Spagna ed il clima è da stadio.
In gara a Valencia, Rossi parte ultimo e con una rimonta grandiosa e disperata termina 4a posizione, ma non basta, Lorenzo 1o con Marquez a difenderlo (pure da pedrosa, 3o).

In seguito a tutto ciò, continuano e non si placano le polemiche, le bufale, azioni legali, le speculazioni… cose che non fanno assolutamente bene ad uno sport come la MotoGP, già messa in crisi come non mai dagli ultimi fattacci.
Ora come ora, che lo si voglia o no, la corona di campione la porta Lorenzo, e per il 2016 la battaglia si riaprirà.

Ma una cosa va detta, è tempo di mettere la parola FINE a questo campionato che rischia veramente di infettare gravemente tutto l’ambiente, la storia della classe regina e di far perdere interesse, tifosi e sportività a questo meraviglioso Sport.
E’ tempo di chiudere questo periodaccio, di alti e bassi, sopratutto fuori dalla pista, dove non si dovrebbe mai parlare, dire e fare certe cose, ed è meglio farlo prima che si autodistrugga il sistema MotoGP.
E’ tempo che la gente torni a innamorarsi di questo SPORT, basta con le chiaccere da bar, Confidando nel futuro, nel talento e nel buonsenso dei piloti, con la speranza che le ultime gare del 2015 e specialmente l’8 novembre siano presto dimenticate e archiviate.

Il 2016 è alle porte, cambierà tutto (gomme, elettronica) e si spera non si ripetano più le cose viste nel finale di stagione. Rossi tornerà e ci saranno sorprese, gli spagnoli saranno sempre fortissimi, e si spera, corretti.

Ora basta, e che vinca il migliore!

Iscriviti alla nostra VIP AREA ed entra nel Club di Motori più esclusivo!

Permessi Marketing

Carblogitalia userà le informazioni che tu hai fornito in questo modulo per rimanere in contatto con te fornendoti aggiornamenti e utilizzando i dati a scopo marketing.

Perfavore, facci sapere cosa possiamo mandarti:

Puoi in ogni momento cambiare idea cliccando "Disiscrivi o Unscribe" nella parte bassa delle email che riceverai da parte nostra o contattandoci all'indirizzo press@carblogitalia.it

Ci impegniamo a trattare i tuoi dati con rispetto. Per ulteriori informazioni sulle nostre Politiche di Privacy visita la sezione dedicata sul nostro sito. Cliccando di seguito acconsenti all'utilizzo da parte nostra dei tuoi dati in accordo con i termini di cui sopra.


Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

The following two tabs change content below.

Lorenzo Cavallo

Esperto di Motori a Carblogitalia
Appassionato di Formula 1, MotoGP e di molti altri sport motoristici. Tutto cosa monti un bel motore sotto il cofano è apprezzato, la velocità e le corse sono la mia passione. Grazie per aver letto il mio articolo!

Lorenzo Cavallo

Appassionato di Formula 1, MotoGP e di molti altri sport motoristici. Tutto cosa monti un bel motore sotto il cofano è apprezzato, la velocità e le corse sono la mia passione. Grazie per aver letto il mio articolo!

Rispondi o lascia un commento