buzzoole code

La nuova R18 è pronta a dar battaglia per riportare il titolo WEC in casa Audi Presentata la nuova Audi R18: aerodinamica raffinata e nuova classe energetica per contrastare il dominio di Porsche

Fallo sapere ai tuoi amici

Il campionato endurance si è rivoluzionato e reinventato numerose volte nel giro degli ultimi anni ma una cosa non è mai cambiata: Audi ha fatto il bello e il cattivo tempo vincendo 13 volte la celebre 24 ore di Le Mans negli ultimi 16 anni lasciando agli avversari solo le briciole. Ma negli ultimi anni questo strapotere sembra aver visto una battuta d’arresto; se infatti nel 2014 è riuscita a portarsi a casa la celebre gara di durata, il mondiale è stato conquistato da Toyota; l’anno successivo una Porsche con una 919 H incredibilmente veloce ha spiazzato tutti vincendo sia il titolo iridato che la 24 ore lasciando Audi a bocca asciutta.

Fonte: Audi Sport
Fonte: Audi Sport

La casa di Ingolstadt ha dunque affilato gli artigli e presentato la nuova versione della sua R18 che prenderà parte al WEC 2016: completamente rivoluzionata rispetto a quella dell’anno scorso, ora presenta un’aerodinamica decisamente più raffinata e aggressiva con un muso strutturato su tre livelli per ridurre al minimo le turbolenze nella zona dell’abitacolo, un’ampio fondo piatto, un nuovo design dell’ala posteriore e un retrotreno che ricorda quello della rivale 919 H.

Fonte: Audi Sport
Fonte: Audi Sport

Ma l’aerodinamica non è la principale novità, dal momento che era già il punto di forza della R18 2015, la nuova Audi infatti ha fatto il salto di classe energetica della propulsione elettrica passando da 4MJ a 6MJ (con batterie agli ioni di litio invece del volano per il recupero dell’energia) per cercare di appianare le differenze con Porsche che l’anno scorso ha dimostrato di avere una potenza impareggiabile proprio grazie all’uso dei 6MJ.
Il propulsore termico invece è rimasto invariato: Audi è rimasta fedele al V6 a 120° 4.0 litri TDI con collettori di scarico all’interno della “V” in uso dal 2011, ma migliorato e alleggerito, il quale lavorando insieme alla parte ibrida contribuisce a dare un output di potenza complessiva di ben 989 cv e 850 Nm di coppia.
Per scoprire se la nuova R18 sarà all’ altezza delle agguerrite rivali non ci resta che aspettare i test del Paul Ricard il 26 marzo, dove la vettura si troverà per la prima volta faccia a faccia con la nuova Porsche 919 H e la Toyota TS050.

Vota qui ora gratuitamente da 1 a 5 stelle 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)

Loading...
Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Lorenzo Garofano

Studente di Scienze della Comunicazione a Verona con una passione irrefrenabile per l'automobilismo. Il richiamo della pista è l'unica tentazione a cui non so resistere.

One thought on “La nuova R18 è pronta a dar battaglia per riportare il titolo WEC in casa Audi

Rispondi o lascia un commento