buzzoole code

L’auto: un mezzo dalle mille risorse Quando le risorse fanno da padrone

Fallo sapere ai tuoi amici

Negli ultimi anni il mondo dell’auto sta subendo i continue innovazionigrazie all’inserimento della tecnologia in ogni angolo di un’auto e all’aumento delle risorse disponibili. Può essere difficile comprendere il perchè o il come si possa giungere a un salto così veloce e repentino tra un modello e l’altro, ma le Case devono aggiornarsi in continuo per arrivare sul mercato con un modello che sia competitivo, appetibile e desiderabile.

Fonte: autoblog.com
Fonte: autoblog.com

In tutti i veicoli ormai troviamo accessori che permettono la connessione al telefono, la riproduzione della propria playlist preferita e qualcosa che ci avvisi se lo stato della vettura non è ottimale. Per molte persone questi sono accessori indispensabili per restare
connessi al mondo dei social o portarsi a spasso un pezzo di casa, ma a chi davvero dell’auto ha fatto la propria passione tutto questo piace? Certe volte si, altre no. Gli aiuti elettronici, ad esempio, hanno permesso l’aumento della sicurezza e la possibilità che l’auto scelga se è il caso frenare o affidarsi al conducente. A volte, però, non piacciono per niente perchè se c’è il bisogno di non averli, pur spegnendoli, in molti modelli continuano ad intervenire.

Allo stesso tempo, la tecnologia ha permesso lo sviluppo di nuovi materiali che sono entrati nelle catene di montaggio permettendo un risparmio di peso, ma anche un aumento della sicurezza. Nel progresso delle auto da strada c’è lo zampino del motorsport. Le corse non sono solamente un modo per occupare le domeniche tra un track day e un altro o  tra un campionato e l’altro, ma sono un laboratorio viaggiante, sono l’estremo che una Casa può offrire, il massimo dei propri mezzi. L’esperienza acquisita in pista ha permesso la nascita di modelli che hanno portato delle vere e proprie rivoluzioni nelle auto da casa ufficio. Un esempio sono i dischi freno che prima scesero in pista durante la 24 di LeMans e poi sbarcarono sui modelli di serie.

Fonte: automobilemag.com
Fonte: automobilemag.com

Il futuro dell’auto? Ci sono più pretendenti al titolo come l’elettrico secondo Tesla Motors, l’idrogeno dai giapponesi di Toyota e l’ibrido nato dalla Prius e ormai presente nel  listino di tutte le Case costruttrici. Chi ama le auto vuole ancora emozionarsi alla guida, sentire le gomme stridere in pista, sentire un bel rombo, andare a divertirsi sapendo di aver tra le mani non solo un freddo e calcolatore mezzo di trasporto, ma un’auto in grado di emozionare, di parlare tramite lo sterzo, di farsi sentire e farsi voler bene. Non a caso Alfa Romeo ha presentato il nuovo simbolo con lo slogan “La meccanica delle emozioni”.111727_broadcast10

Vota qui ora gratuitamente da 1 a 5 stelle 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)

Loading...
Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento