buzzoole code

McLaren P1 GTR: l’asso da pista di Woking (FOTO) La McLaren P1 GTR dichiara guerra alla FXX-K, qui i dettagli

Fallo sapere ai tuoi amici

La McLaren fa parte delle leggende nel mondo delle corse con le sue innumerevoli vittorie nell’arco della sua storia, partendo da quelle del suo fondatore Bruce McLaren, a quelle di Lewis Hamilton passando per la leggenda di Ayrton Senna. Ma questa è un’altra storia.

L’azienda britannica ha deciso che i 916 cavalli ibridi sviluppati dalla propria auto migliore, la P1, non bastassero e per far contenti i portafogli più esigenti hanno sviluppato la P1 GTR.

Il mostruoso tenore a otto cilindri a V da 3.8 litri eroga 800 cavalli, accoppiato al KERS (Kinect Energy Recovery System) che ne aggiunge altri 200 portando la soglia massima di potenza disponibile, sotto l’acceleratore,  alla strabiliante somma di 1000 cavalli.

La velocità massima è limitata elettronicamente a 350 km/h, anche se li supererebbe, per garantire la sicurezza. Lo 0-100 km/h avviene in 2.8 secondi, lo 0-200 km/h in 6.8 secondi e lo 0-300 km/h in 16.5 secondi.

Fonte: cars.mclaren.com
Fonte: cars.mclaren.com

Grande attenzione allo sviluppo aerodinamico con carreggiate ampliate, un’ala posteriore fissa, a differenza di quella mobile della P1 da strada, in grado di generare 660 kg di carico aerodinamico a 241 km/h. E’ a 40 centimetri dall’auto, 10 in più rispetto a quello mobile della vettura stradale, e può essere abbinato al DRS (Drag Reduction System di derivazione F1) che è in grado di variare l’incidenza dell’ala da 32° a 0°,  detto profilo neutro.

La P1 GTR ha subito una cura dimagrante rispetto alla sorella per la strada pesando 50 kg in meno, grazie all’adozione dei pannelli di fibra di carbonio nel vano motore e nel tetto, dei finestrini in policarbonato e dello scarico in Inconel e lega di titanio che sui 50 kg in meno di peso contribuisce da solo di 6.5 kg.

Fonte: motori.it
Fonte: motori.it

Per poterla possedere bisogna avere in garage, già, una P1 e un portafoglio che non pianga di quei, circa, due milioni di euro necessari per possederla. Una volta acquistata si entra a far parte del programma di sviluppo McLaren, si ha diritto a delle sessioni al simulatore di Woking e a partecipare a eventi internazionali della casa d’oltre Manica, insomma il programma XX firmato McLaren.

La P1 GTR nasce per celebrare i 20 anni dall’ultima vittoria della McLaren alla 24 ore di LeMans con la F1 GTR, i colori della carrozzeria sono i medesimi tra le due vetture, e per rispondere a gran voce ai 1050 cavalli della Ferrari FXX-K.

Fonte: cars.mclaren.com
Fonte: cars.mclaren.com

Vota qui ora gratuitamente da 1 a 5 stelle 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)

Loading...
Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento