buzzoole code

MEMORIE: Piaggio Vespa 125 T5 (FOTO) Se negli anni '80 non potevi permetterti una 125 stradale, oppure volevi far stare tranquilli i tuoi genitori, la scelta poteva ricadere solo sulla Vespa T5

Fallo sapere ai tuoi amici

Bentornati a MEMORIE, la rubrica di CarblogItalia dedicata alle auto e alle moto storiche.
Oggi parleremo di una mitica ed intramontabile Vespa, che da qualche tempo, comincia a farsi vedere in giro sempre meno. Costruito per soli 4 anni, negli anni ’80 era l’alternativa perfetta alle sportive più blasonate ed estreme (considerando i 125). Signore e signori, amanti della Vespa, ecco a voi la Vespa T5.

Fonte: http://www.revintage.it/
Fonte: http://www.revintage.it/

La T5 venne costruita dal 1985 al 1989 ed era un modello sportivo derivato dalla PX.
Anche se a prima vista sembra una normale Vespa, risulta una delle 125 di casa Piaggio più accessoriata, aerodinamica e veloce.
La T5 si differenziava dalla PX per il faro anteriore rettangolare dotato di cupolino dietro al quale c’era la più moderna strumentazione con contagiri elettronico a cristalli liquidi, la coda tronca più verticale, lo spoiler anteriore, il parafango anteriore più piccolo e aerodinamico, i copricerchi e ancora un piccolo vano portaoggetti aperto posto sopra al bauletto chiuso e la sella co i due piani leggermente sfalsati.

Fonte: https://win.vespaforever.net/
Fonte: https://win.vespaforever.net/

La vera innovazione però deriva tutta dal motore: ovviamente era un monocilindrico 2 tempi, ma il cilindro aveva la particolarità di avere 5 travasi (particolarità che caratterizzò anche il nome del modello) invece di 3 rispetto la PX. Anche la corsa e l’alesaggio vennero aumentati, mentre nuova era la marmitta, così come la crociera del cambio che evitava i forti “tac” durante le cambiate e i cuscinetti di banco a rulli invece che a sfera. Il tutto era accoppiato ad un carburatore Dell’Orto SI 24/24G.
Senza alcun dubbio le prestazioni da sportiva erano evidenti: 12 CV a 6.700 giri che le facevano raggiungere i 100 km/h (in posizione eretta… 108 km/h con pilota in posizione abbassata).
Il consumo dichiarato della T5 era di 2,7 litri per 100 km, con un’autonomia di 295 km, grazie al serbatoio da 8 litri.
Era disponibile in versione base ed Elestart, che aveva oltre all’avviamento elettrico, anche il miscelatore separato. Le colorazioni erano fondamentalmente due: la più discreta bianca e la più grintosa rossa.

Fonte: http://www.vespaclubsalo.it/
Fonte: http://www.vespaclubsalo.it/

CURIOSITA‘:
– Per alcuni mercati esteri, come quello giapponese, la T5 era disponibile in versione 150;
Negli anni ’80 esistevano varie elaborazioni per rendere la T5 ancora più sportiva. I marchi più conosciuti erano Polini, Pinasco e Malossi;
– All’epoca la T5 veniva data in premio ai piloti che conquistavano la Pole Position nei Gran Premi di Formula 1. Tra i piloti ad averne ricevuta una ci sono il mitico Ayrton Senna, Alain Prost e Nelson Piquet, che di Vespa ne portò a casa ben nove!!!
– Ne furono prodotti esattamente 41.072 esemplari ed i prezzi per accaparrarsene una ben conservata o in buone condizioni vanno dai €1.000 ai €2.500 max.

Fonte: https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/
Fonte: https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/

Iscriviti alla nostra VIP AREA ed entra nel Club di Motori più esclusivo!

Permessi Marketing

Carblogitalia userà le informazioni che tu hai fornito in questo modulo per rimanere in contatto con te fornendoti aggiornamenti e utilizzando i dati a scopo marketing.

Perfavore, facci sapere cosa possiamo mandarti:

Puoi in ogni momento cambiare idea cliccando "Disiscrivi o Unscribe" nella parte bassa delle email che riceverai da parte nostra o contattandoci all'indirizzo press@carblogitalia.it

Ci impegniamo a trattare i tuoi dati con rispetto. Per ulteriori informazioni sulle nostre Politiche di Privacy visita la sezione dedicata sul nostro sito. Cliccando di seguito acconsenti all'utilizzo da parte nostra dei tuoi dati in accordo con i termini di cui sopra.


Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Christian Truddaiu

Non c'è niente di più bello che ritrovarsi in un'Alfa Romeo a percorrere rettilinei e tornanti di montagna...Oo=V=oO

Rispondi o lascia un commento