buzzoole code

MEMORIE: Vespa 400, la Piaggio con quattro ruote La casa motociclistica che provò a produrre microvetture

Fallo sapere ai tuoi amici

Bentornati a MEMORIE, la rubrica di Carblogitalia dedicata alle auto sconosciute, alle dimenticate e alle leggende.
Oggi parleremo di una Vespa, ma non di una semplice Vespa, bensì di una microvettura con marchio Piaggio chiamata Vespa 400. E bene si…la Piaggio ha prodotto anche una minivettura, ma raccontiamo la sua storia dagli inizi…
Siamo nei primi anni cinquanta quando Enrico Piaggio pensa che, data la precarietà dell’ economia mondiale (siamo nei primi anni del dopoguerra), decide di sviluppare una vettura da uso cittadino simili alle Iso e BMW Isetta.
Nel 1956 il primo prototipo è già definitivo. La sua costruzione è affidata alla consociata francese ACMA, nata per montare le Vespa a 2 ruote con i pezzi spediti dall’ Italia e, dato che la Vespa 400 veniva venduta solo in Francia, la Piaggio trovò il modo di aggirare gli elevati costi doganali ed evitò di entrare in conflitto con Fiat.
La Vespa 400 montava un motore bicilindrico 2T inclinato di 20° di 393 cm3 che erogava 14 CV il cambio era a 3 marce più retromarcia, la velocità max. era di 85 km/h e il consumo medio si aggirava sui 16 Km al litro.

Fonte: http://assets.hemmings.com
Fonte: http://assets.hemmings.com

Venne presentata nel 1958 al Salone dell’ Automobile di Parigi, ma riscosse solo discreto successo, anche se era una vettura confortevole ed elegante. Riscaldamento di serie, tetto apribile in tela e facilità di guida ne facevano un mezzo gradito alle donne di buona borghesia.
Ne venivano prodotte 30 al giorno, ma la ACMA pensava di aumentare la produzione fino a 100 auto al giorno.
Sfortunatamente l’ avvento della Fiat 500 oscurò le sue potenzialità e nel 1964 la produzione terminò.
Furono prodotte solo 31.000 esemplari tra modelli base, Turismo, Lusso e GT. In Italia vennero importate di rado.
Se vi è piaciuta questa puntata di MEMORIE, condividi e continuate a seguirci su Carblogitalia.it .

Vota qui ora gratuitamente da 1 a 5 stelle 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)

Loading...
Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Christian Truddaiu

Non c'è niente di più bello che ritrovarsi in un'Alfa Romeo a percorrere rettilinei e tornanti di montagna...Oo=V=oO

Rispondi o lascia un commento