buzzoole code

Mercedes, la nuova Classe A divide qui proviamo a capirla a fondo (FOTO) Presentata ieri la nuova Mercedes Classe A , proviamo a capire le scelte stilistiche e le novità tecniche

Fallo sapere ai tuoi amici

Lanciata per la prima volta nel 1997, Mercedes ha annunciato la nuova versione della Classe A che come previsto è cambiata radicalmente, forse troppo e non è un errore, perché tutti ne stanno parlando ed è proprio questa la pubblicità migliore. Quella 2018 è la quarta serie e a tutti gli effetti diventa il nuovo punto di riferimento del segmento almeno stilisticamente parlando. Esternamente, all’anteriore, sono evidenti i dettagli in stile CLS che disegnano la nuova maschera anteriore. «Nuova Classe A rappresenta l’evoluzione della nostra filosofia di design della limpida sensualità e ha tutte le carte in regola per dare inizio a una nuova era del design – ha dichiarato Gorden Wagener, responsabile design di Daimler AG -. Con forme chiare e superfici sensuali mettiamo in scena l’Hi-Tech e risvegliamo emozioni. Quando le nervature e le linee si riducono al minimo, ciò che rimane sono la forma e il corpo. Gli interni interpretano il concetto di lusso in chiave moderna e in un modo inedito per questa classe di vetture e trasformano la tecnologia intelligente in un’esperienza coinvolgente».

Fonte: Mercedes
Fonte: Mercedes

Quello che parà sarà il vero canone di stile che sarà ripreso dalla concorrenza sono gli interni, di cui già vi avevamo parlato a Novembre, unico particolare che sembra aver messo d’accordo tutti o quasi. L’abitacolo è più spazioso (30 mm di passo e 14 mm di carreggiata anteriore in più) e curato. Emerge già al primo impatto il doppio display sospeso, disponibile in tre versioni: con due schermi da 7”, oppure uno da 7” e uno da 10,25” o addirittura con due display da 10,25”. Porta d’accesso alla Mercedes-Benz User Experience, il sistema Mbux sistema dotato di intelligenza artificiale, comprende i comandi vocali in modo inedito. Non è più necessario dire “imposta la temperatura a 24 gradi”, bensì è sufficiente un “ho freddo”, affinché il sistema modifichi la temperatura. Classe A è la prima vettura che ospita il sistema e ci sono anche i nuovi servizi con le funzioni di navigazione sulla base della comunicazione Car-to-X (informazioni da veicolo a veicolo su avvenimenti rilevati da sensori, come ad esempio una frenata di emergenza o un intervento dell’ESP, oppure rilevati grazie a un messaggio manuale dell’utente, come un incidente lungo il percorso) e il tracking del veicolo che facilita la ricerca dell’auto parcheggiata e invia un messaggio nel caso in cui l’auto venga urtata o rimorchiata.

Questo slideshow richiede JavaScript.


Ovviamente sono disponibili tutti i sistemi di sicurezza che arrivano a bordo passando direttamente da Classe S, l’ammiraglia Mercedes. A partire dal Distronic, cruise control adattivo con sterzo attivo, e proseguendo con la funzionalità “marcia in coda”: nel traffico stop-and-go in autostrada e su strade simili a scorrimento veloce Classe A può fermarsi per 30 secondi e poi ripartire automaticamente seguendo i veicoli antistanti. C’è anche l’assistenza attiva al cambio di corsia: in autostrada è sufficiente premere la leva dell’indicatore di direzione per cambiare corsia. Dopo, ovviamente, un controllo dell’area circostante da parte dei sensori di bordo.
Il lancio è fissato in primavera, i prezzi non sono stati ancora resi noti. Tre i motori disponibili, abbinabili al cambio automatico doppia frizione 7G-Dct e alla trazione integrale 4Matic. Due i benzina 4 cilindri di 1.6 e 2.0 litri da 163 e 224 cavalli, rispettivamente per A200 e A250, cui si aggiunge il turbodiesel 1.5 litri da 116 cavalli. La più prestazionale è la A250, capace di uno scatto 0-100 km/h in 6,2 secondi e di una velocità massima di 250 km/h.
Quattro infine gli allestimenti, a partire dalla Executive: di serie il sistema Mbux, l’avviamento keyless, il Dynamic Select con quattro programmi di guida, la telecamera posteriore e la retromarcia assistita. Alzando l’asticella troviamo le versioni Business, Sport e Premium, quest’ultima arricchita da elementi aerodinamici AMG e cerchi da 18 pollici. In attesa della nuova Classe A AMG, che andrà a sostituire l’attuale A45 da 381 cavalli.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Vota qui ora gratuitamente da 1 a 5 stelle 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)

Loading...
Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento