buzzoole code

Alfa Romeo, dopo Stelvio l’ammiraglia: si pensa all’Alfetta (FOTO) Alfetta potrebbe essere il nuovo nome della ammiraglia di Casa Biscione, qui tutti i dettagli

Fallo sapere ai tuoi amici

Dopo Stelvio molto probabilmente le attenzioni dei tecnici di Casa Alfa Romeo si concentreranno sulla nuova ammiraglia che secondo indiscrezioni potrebbe chiamarsi addirittura Alfetta, nome che comunque è assolutamente da confermare. A cercare di catturarne le forme ci prova ancora una volta LP Design che firma una nuova ipotesi stilistica relativa all’ammiraglia della casa lombarda, che secondo quanto anticipato, sarà seguita da un’altra immagine che fornirà prossimamente il prospetto posteriore della stessa.

Fonte: bmwblog.com
Fonte: bmwblog.com

Evidente è il legame con la storica 166 l’ultima vera ammiraglia del marchio del Biscione, realizzata in due serie tra il 1998 e il 2007.
Lo stile è in comune con quello della Giulia ed il taglio dei gruppi ottici, il cui profilo ricorda quello della serie datata 1998-2003, da un carattere di grinta all’auto assoluto. Il frontale è grintoso e muscoloso con il trilobo Alfa in evidenza e con i listelli orizzontali, diversamente da quanto visto di recente sulla Giulia.
Fonte: thophiluschin.com
Fonte: thophiluschin.com

L’auto potrebbe arrivare nel 2018 e dovrebbe nascere dalla piattaforma Giorgio, la stessa usata per le ultime nate di Casa Alfa Romeo. Si può anche ipotizzare una condivisione delle unità motrici con la Giulia e l’atteso Stelvio. Sotto il cofano, dunque, potrebbero trovare posto un motore quattro cilindri a benzina di 2.0 litri TBI e quello Diesel da 2.2. Poi, se si suppone l’introduzione di una più spumeggiante versione Quadrifoglio, si può citare il noto V6 Bi-Turbo da 2.9 litri di 510 cavalli.

Vota qui ora gratuitamente da 1 a 5 stelle 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)

Loading...
Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento