buzzoole code

Opel Crossland X: con versatilità e off-road la sfida a 500L e B-Max (FOTO) La nuova crossover Opel, a metà strada tra una monovolume e un SUV, fa della versatilità il suo "X Factor". La vedremo a Giugno 2017.

Fallo sapere ai tuoi amici

Il recente accordo PSA-Opel (clicca qui per saperne di più) porta in dote una piattaforma comune tra la nuova Citroen C3 Picasso e la Crossland X. La nuova crossover Opel nasce per sostituire la vecchia Meriva aggiungendo la comodità di una buona altezza da terra e la versatilità comune all’antenata. Del resto chi compra un auto oggi, sceglie un Suv o una crossover e questo Opel lo ha capito e fatto proprio con la recente presentazione della nuova Mokka X e della Crossland X appunto. La X, per entrambi i modelli, sta a significare versatilità, una versatilità che la stessa Opel definisce come “X Factor” (non a caso la casa tedesca è lo sponsor ufficiale dell’omonimo format televisivo).

Fonte: Bild.de
Fonte: Bild.de

La Crossland X si inserisce tra la più grande Mokka X (lunga 4,29 m) e la più piccola Corsa 5 porte (lunga 4,02 m); l’auto risulta abbastanza imponente, il corpo vettura è sviluppato in altezza come testimoniano i 159 cm, senza essere eccessivamente lunga dal momento che misura solo 4,21 m. Il design esterno è particolare e riprende in alcuni tratti quello già introdotto sulla più piccola Adam e sulla più grande Insignia: dalla prima riprende il particolare andamento a “onda” del terzo finestrino laterale, mentre dalla Insignia riprende la mascherina frontale con il logo al centro e i due “baffi” cromati. Particolare anche la nervatura laterale a freccia e il tetto che si può avere nella colorazione a contrasto. La vettura infine presenta protezioni in alluminio e in plastica nera tutt’attorno all’auto.

Fonte: Torque.com
Fonte: Torque.com

Ovviamente il punto di forza della nuova Crossland X sono la spaziosità interna, la versatilità nonché la tecnologia a bordo; Tutti gli occupanti stanno comodi, il guidatore si trova seduto in posizione rialzata tipica dei crossover. Insomma affrontare un viaggio non è certo un problema. Grande anche il bagagliaio con i suoi 410 litri, che aumentano a 520 se si sposta tutto avanti il divanetto posteriore, oppure 1.255 litri a divano reclinato. La plancia è simile a quella della nuova Astra, con lo schemo IntelliLink in bella mostra al centro. Da questo schermo, che può arrivare fino a 8″ di grandezza, si comandano il navigatore e si può utilizzare come cellulare dal momento che è compatibile con le recenti tecnologie Apple Car Play e Android Auto. Non poteva mancare l’Opel onStar che funge da concierge che aiuta l’automobilista a cercare i servizi di volta in volta necessari a lui, e la ricarica wireless per il cellulare. Di serie in base all’allestmento scelto ci sarà anche l’OpelEye: si tratta di un pacchetto che comprende oltre ai gruppi ottici a Led con tecnologia adattiva AFL, l’head-up display, la retrocamera con visione a 180 gradi, l’Advanced Park Assist, il Forward Collision Alert con frenata automatica e rilevamento pedoni, il Lane Keep Assist, il Driver Drowsiness System e infine lo Speed Sign Recognition.

Il mercato in cui si inserisce questa vettura è quello dominato dalle monovolume Fiat 500L, dalla Ford B-Max e quello dei crossover compatti come la appena rinnovata Renault Captur (clicca qui per saperne di più). Il prezzo di lancio sarà molto concorrenziale, previsto attorno ai 17.000 euro. I livelli di allestimento dovrebbero essere 3, con motorizzazioni sia benzina (1.2 turbo da 82 o 110 CV) che diesel (1.6 da 99 o 120 CV), condivise col gruppo PSA. A breve prevista anche una versione Gpl equipaggiata col 1.2 da 82 CV.

Vota qui ora gratuitamente da 1 a 5 stelle 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)

Loading...
Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento