buzzoole code

Peugeot – Opel, il Governo tedesco non ci sta Trattativa Peugeot - Opel è arrivata la reazione del Governo tedesco

Fallo sapere ai tuoi amici

Vi abbiamo riportato ieri la notizia confermata da Peugeot della trattativa in corso da parte di PSA per l’acquisizione della divisione europea di General Motors (trovate qui l’articolo). La reazione delle Borse è stata subito seguita da quella del Governo tedesco.

Fonte: alvolante.it
Fonte: alvolante.it

A Berlino il Ministro dell’Economia Brigitte Zypries ha definito “inaccettabile” il modo di procedere di Gm e Psa. I due Costruttori sono accusati di non aver informato in anticipo dei piani il sindacato (Ig Metall), il Land dell’Assia e il governo tedesco. Anche i Presidenti dei Laender in cui ci sono stabilimenti Opel si sono detti preoccupati. Malu Drayer, alla guida della Renania-Palatinato, ha espresso la speranza che “un’eventuale acquisizione da parte di Psa non metta a rischio i posti di lavoro a Kaiserslautern“, mentre il Presidente dell’Assia Volker Bouffier si è detto indifferente rispetto al fatto che il proprietario sia americano o francese, “importante è quel che accade qui a Ruesselsheim“, sede centrale della Opel in Germania.

Iscriviti alla nostra VIP AREA ed entra nel Club di Motori più esclusivo!

Permessi Marketing

Carblogitalia userà le informazioni che tu hai fornito in questo modulo per rimanere in contatto con te fornendoti aggiornamenti e utilizzando i dati a scopo marketing.

Perfavore, facci sapere cosa possiamo mandarti:

Puoi in ogni momento cambiare idea cliccando "Disiscrivi o Unscribe" nella parte bassa delle email che riceverai da parte nostra o contattandoci all'indirizzo press@carblogitalia.it

Ci impegniamo a trattare i tuoi dati con rispetto. Per ulteriori informazioni sulle nostre Politiche di Privacy visita la sezione dedicata sul nostro sito. Cliccando di seguito acconsenti all'utilizzo da parte nostra dei tuoi dati in accordo con i termini di cui sopra.


Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento