buzzoole code

Peugeot – Opel, ecco come cambierebbe il mercato Analizziamo i pro ed i contro della trattativa tra Peugeot ed Opel

Fallo sapere ai tuoi amici

La notizia della stretta di Psa con General Motors ed i marchi Opel e Vauxhall ha scosso l’intero mondo dell’auto coinvolgendo, ovviamente, anche il mondo politico (qui trovi il pezzo al riguardo). Analizziamo dunque quale potrebbe essere lo scenario futuro che si verrebbe a creare se l’accordo venisse realmente siglato.
opelamperae2
Ci troviamo di fronte ad una trattativa dai volumi enormi che presenta pro e contro. Da una parte, Peugeot aumenterebbe senza dubbio i suoi volumi, cosa di cui ha bisogno in questo momento ma allo stesso tempo stringerebbe le radici del Gruppo intorno all’Europa ed il numero uno di PSA Carlos Tavares non lo vuole, puntando ai nuovi mercati e all’internazionalizzazione della Casa costruttrice.
Altro problema è quello che riguarda gli stabilimenti, visto che Opel e Psa dispongono di numerosi siti industriali in Europa. Senza parlare dei modelli, non necessariamente complementari. Lo scorso anno, Gm ha venduto 1,1 milioni di veicoli per un fatturato di 16 miliardi di euro e una perdita di 257 milioni. Ma dal 2000 ha registra perdite superiori ai 15 miliardi nel Vecchio Continente.

Fonte: panoramio.com
Fonte: panoramio.com

Ultima questione riguarda il posizionamento di mercato. Nel Gruppo di Psa Tavares ha attuato e sta modificando tuttora la posizione dei marchi. Citroen al livello generalista, Peugeot premium e DS diventata autonoma e che punta ancora più in alto. In questo quadro trovare spazio per Opel che si posiziona a metà tra Citroen e Peugeot è complicato. Infatti la Casa tedesca porta via vendite ai francesi e quindi nei piani industriali potrebbe essere previsto un riposizionamento anche se non sappiamo a quale livello.

Vota qui ora gratuitamente da 1 a 5 stelle 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)

Loading...
Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento