buzzoole code

Porsche 919 H: meno cavalli ma più agguerrita per difendere il titolo Soluzioni collaudate per la 919 H, Porsche ora con aerodinamica più ricercata

Fallo sapere ai tuoi amici

Auto che vince non si cambia, e così hanno fatto in casa Porsche con la nuova 919 H che concorrerà nel campionato WEC 2016: la nuova vettura non presenta grosse modifiche rispetto a quella della passata stagione, che è riuscita a spazzare via la concorrenza e portare a casa sia il titolo mondiale che la prestigiosa 24 ore di Le Mans con al volante il pilota Force India Nico Hulkenberg, insieme a Earl Bamber e Nick Tandy.

Fonte: Autosprint
Fonte: Autosprint

Il telaio della nuova 919 è rimasto invariato rispetto a quello del 2015, così come il sistema di recupero dell’energia, il cambio a sette rapporti, la parte ibrida (sempre gli 8 MJ che hanno dato a Porsche il guizzo per trionfare la passata stagione) e il propulsore termico che rimane il solito V4 2.0 turbo benzina a iniezione diretta (il quale ha però dovuto subire un depotenziamento a causa dei nuovi regolamenti sulla quantità massima di carburante imbarcabile. Porsche ha lavorato soprattutto sull’aerodinamica sviluppando tre pacchetti aerodinamici distinti (il massimo concesso dal regolamento): uno per la gara di apertura a Silverstone, uno per Le Mans e uno per le altre piste del mondiale.
A portare in pista la vettura di Stoccarda saranno composti da Webber, Bernhard e Hartley sulla vettura numero 1, mentre sulla 2 troveremo Dumas, Jani e Lieb.

Vota qui ora gratuitamente da 1 a 5 stelle 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)

Loading...
Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Lorenzo Garofano

Studente di Scienze della Comunicazione a Verona con una passione irrefrenabile per l'automobilismo. Il richiamo della pista è l'unica tentazione a cui non so resistere.

Rispondi o lascia un commento