buzzoole code

Push to Pass: Peugeot mette la freccia e dalla 3008 cambia faccia (FOTO) Peugeot lancia la nuova 3008 e inizia la rivoluzione interna del gruppo con ibrido ed elettrico in testa

Fallo sapere ai tuoi amici

Alimentazioni alternative e motori a combustione interna di nuova generazione. Prende forma il piano Push to Pass del Gruppo PSA e a partire dalla nuova 3008 presentata l’altro giorno dà il via al processo di elettrificazione che coinvolgerà tutta la gamma.

L’obiettivo passa per la diversificazione tecnologica, a cominciare dalle propulsioni ibride plug-in su motori benzina e dai nuovi powertrain elettrici destinati alla piattaforma e-CMP, sviluppata in partnership con la Dongfeng Motors. I componenti “green” saranno sviluppati appositamente in Francia nel centro di eccellenza di Trémery/Metz, mentre le trasmissioni arriveranno dalla fabbrica di Valenciennes. I propulsori endotermici delle ibride, invece, verranno assemblati dallo stabilimento Française de Mécanique di Douvrin.
Addio Peugeot il gruppo cambia il nome scelto nel 1991 (FOTO)
I manager del Gruppo hanno confermato i sette modelli ibridi plug-in e le quattro varianti elettriche che dovranno essere lanciati entro il 2021, avanguardia di quella “transizione energetica” che porterà all’elettrificazione della gamma francese. Continua poi lo sviluppo dei propulsori tradizionali: i piani prevedono il raddoppio della produzione dei turbo benzina tre cilindri della famiglia PureTech, per cui il Gruppo ha già previsto un aumento dei volumi. Per soddisfare la domanda, le fabbriche di Douvrin e Trémery costruiranno 350 mila motori in più entro il 2018, portando il totale a circa 670 mila unità. Infine, l’aggiornamento delle linee del sito slovacco di Tranava consentirà la produzione di altri motori a benzina, destinati principalmente ai modelli entry level.

Vota qui ora gratuitamente da 1 a 5 stelle 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)

Loading...
Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento