buzzoole code

Alfa Romeo: scopriamo come funziona la trazione integrale Q4 L'integrale Q4 nel dettaglio: performance, comfort, prestazioni e consumi ottimizzati

Fallo sapere ai tuoi amici

Il sistema Q4 è un sistema di trazione integrale permanete completamente meccanico, nato con 3 differenziali nei 3 assi diversi: quello anteriore collegato direttamente a quello centrale, a sua volta posto direttamente all’uscita del cambio e collegato al differenziale posteriore di tipo Torsen (autobloccante).

A farlo esordire è stata la mitica Alfa 33 negli anni 80 che montava due differenziali e il giunto Ferguson centrale e aveva anche un nome diverso, ovvero il classico 4×4. Lo schema principale è rimasto invariato nelle successive evoluzioni (dalla 156 alla 159) e permetteva di avere una trazione integrale permanente (43-57) di tipo dinamico.
Adesso la Q4 evolve e presenta al pubblico grosse differenze concettuali rispetto al passato. Sviluppato insieme a Maserati si presenta come un sistema di trazione integrale intelligente e molto sofisticato. Non è più un sistema integrale permanente, in quanto in condizioni normali la trazione è completamente sull’asse posteriore, con la ripartizione massima di 50:50. Questo è stato voluto per dare il piacere della trazione posteriore anche nelle condizioni di minor aderenza, dove la trazione posteriore trova maggiori difficoltà.

Il sistema, compatto e leggero è montato direttamente sul cambio, all’interno del quale una frizione multidisco, controllata elettronicamente, garantisce la ripartizione della coppia tra gli assali in soli 100 millisecondi.
Al centro del sistema c’è una centralina elettronica, che ripartisce la coppia in maniera intelligente grazie alla valutazione di diversi parametri come la potenza in uscita, il pattinamento delle ruote posteriori, la velocità, l’angolo di sterzata e l’angolo di imbardata. Il sistema però tiene anche conto dello stile di guida di chi è al volante e delle diverse modalità inserite tramite l’apposito selettore.

Il risultato è il comfort elevato, la maggiore facilità di inserimento, quindi le prestazioni e non meno importante, la riduzione dei consumi.

Fonte: http://www.alfaromeoblog.it/q4-sistema-alfa-maserati-stelvio-giulia/
Di Marco Nieddu

Vota qui ora gratuitamente da 1 a 5 stelle 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 4,00 out of 5)

Loading...
Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento