buzzoole code

Altro che buche, a Roma sul Raccordo una Lamborghini a 311km/h La Polizia Stradale ha fermato un uomo alla guida della sua Lamborghini per eccesso di velocità

Fallo sapere ai tuoi amici

La notizia sta velocemente facendo il giro del nostro Paese, un uomo alla guida di una Lamborghini Aventador è stato fermato nella notte del 12 Luglio sul G.R.A di Roma per eccesso di velocità.
Deve aver confuso il Grande Raccordo Anulare per una pista, infatti il pilota australiano residente in Svizzera è stato visto sfrecciare a 311km/h dalla Polizia Stradale. Ci sono voluti 23 chilometri di inseguimento prima che si fermasse, accostando la Supercar una volta notati i lampeggianti delle Forze dell’Ordine.

Fonte: ilgiornale.it

Come hanno fatto a rilevare la velocità? Facile, la Polizia ha attivato il sistema Pro Vida, che dall’interno del l’abitacolo è in grado di rilevare la velocità dei veicoli.
Le conseguenze per il guidatore? Confisca della Lamborghini Aventador con motore da 740 CV, multa da oltre 2 mila euro e ritiro della patente.
E la classifica delle velocità rilevate sul Raccordo? Per scoprirla visita il nostro Instagram (clicca qui), seguici e guarda le nostre Stories.

Iscriviti alla nostra VIP AREA ed entra nel Club di Motori più esclusivo!

Permessi Marketing

Carblogitalia userà le informazioni che tu hai fornito in questo modulo per rimanere in contatto con te fornendoti aggiornamenti e utilizzando i dati a scopo marketing.

Perfavore, facci sapere cosa possiamo mandarti:

Puoi in ogni momento cambiare idea cliccando "Disiscrivi o Unscribe" nella parte bassa delle email che riceverai da parte nostra o contattandoci all'indirizzo press@carblogitalia.it

Ci impegniamo a trattare i tuoi dati con rispetto. Per ulteriori informazioni sulle nostre Politiche di Privacy visita la sezione dedicata sul nostro sito. Cliccando di seguito acconsenti all'utilizzo da parte nostra dei tuoi dati in accordo con i termini di cui sopra.


Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento