buzzoole code

Targhe personalizzate: gli Arabi pagano una cifra enorme Una tradizione occidentale è stata adottata negli Emirati Arabi e si parla di milioni

Fallo sapere ai tuoi amici

Ostentare targhe con cifre molto basse o personalizzate con la propria sigla sta diventando uno dei modi principali usati dai super ricchi per ostentare ricchezza. Giorni fa si è raggiunto un livello altissimo. Ci troviamo negli Emirati Arabi, l’asta organizzata dalla Emirate Auction ha visto l’assegnazione della targa di circolazione numero 1 per 18 milioni di Dirham, corrispondenti ad una cifra come 4,3 milioni di euro.

A pagare Arif Ahmed al-Zarouni che ha speso una cifra 18 volte superiore alla stima iniziale dell’asta. Subito montata su una (altrettanto milionaria) Pagani Huayra, la ‘Number One’ rilasciata dall’Emirato di Sharjah non è però la più cara tra quelle mai vendute nel Golfo: nel 2008, infatti, un’identica targa ma relativa all’Emirato di Abu Dhabi era stata acquistata per 52,2 milioni di Dirham, pari a 12,5 milioni di euro. Alla stessa asta sono state vendute anche altre targhe a cifre esorbitanti: la 12, la 22, la 50, la 333, la 777, la 1000, la 2016, la 2020 e la 99999 per un totale di quasi 120 milioni di euro.

Iscriviti alla nostra VIP AREA ed entra nel Club di Motori più esclusivo!

Permessi Marketing

Carblogitalia userà le informazioni che tu hai fornito in questo modulo per rimanere in contatto con te fornendoti aggiornamenti e utilizzando i dati a scopo marketing.

Perfavore, facci sapere cosa possiamo mandarti:

Puoi in ogni momento cambiare idea cliccando "Disiscrivi o Unscribe" nella parte bassa delle email che riceverai da parte nostra o contattandoci all'indirizzo press@carblogitalia.it

Ci impegniamo a trattare i tuoi dati con rispetto. Per ulteriori informazioni sulle nostre Politiche di Privacy visita la sezione dedicata sul nostro sito. Cliccando di seguito acconsenti all'utilizzo da parte nostra dei tuoi dati in accordo con i termini di cui sopra.


Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento