buzzoole code

Targo Florio 2017: Si ferma il Rally, riparte la competizione di auto d’epoca. (Gallery) La Gara più antica del Mondo che aveva preso il via da Palermo, dopo l'incidente mortale di giorno 21 a Isnello, si ferma definitivamente. Continua invece la Targa Florio Classica; in gara anche una Alfa Giulia Prototipo.

Fallo sapere ai tuoi amici

Continuate la mia opera perché l’ho creata per sfidare il tempo” diceva Vincenzo Florio. E invece di fronte a certi avvenimenti è meglio fermarsi.
Tutto era andato come previsto, anzi meglio; l’inaugurazione tenutasi davanti il Teatro Massimo di Palermo della 101esima edizione della Targa Florio ha subito un brusco stop. La scelta di annullare definitivamente la competizione Rallistica è avvenuta ieri, a seguito del tragico incidente che ha coinvolto la BMW-Mini JCW dell’equipaggio n.29 uccidendo il pilota Mauro Amendolia, il commissario di percorso Giuseppe Laganà e ferendo il copilota nonché figlia di Amendolia, Gemma di 27 anni.
Così, finisce quello che sulla carta doveva essere un’occasione di socialità e amore verso questo sport tanto bello quanto pericoloso. Per alcuni partecipare era davvero prezioso come un regalo… il regalo di papà Mauro alla figlia laureanda Gemma.
Ieri pomeriggio la decisione da parte dell’organizzazione della storica competizione, cha ha deciso di annullare le gare del Campionato Italiano di Rally, del Campionato Italiano Rally Autostoriche e del Campionato Regionale Rally.
Angelo Pizzuto, Presidente dell’ACI Palermo ha così commentato: “In segno di lutto e sensibilità verso le famiglie delle persone coinvolte nell’incidente, abbiamo deciso di annullare la gara. Il nostro pensiero va a Gemma Amendolia e alla famiglia, così come alla famiglia dell’amico Giuseppe Laganà“.
Ancora da accertare le cause dell’incidente, dovuto probabilmente al manto stradale parzialmente ghiacciato e alla scelta di montare sulla Mini delle gomme “dure” al posto di quelle “rain” da “bagnato”. La ragazza era in stato vigile ed è stata immediatamente trasportata all’Ospedale di Petralia Sottana e successivamente trasportata al Civico di Palermo, mettendola per precauzione in coma farmacologico.

Ora voglio parlare del bello che la Targa Florio porta a tutta la Sicilia e all’automobilismo Mondiale. La gara era partita dal Teatro Massimo di Palermo per celebrare due bellezze del capoluogo Palermitano: il teatro più antico d’Europa e la corsa automobilistica più antica del Mondo.
A dare il via alle auto è stato il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando che ha commentato: “Un’altra iniezione di autostima, un modo per promuovere Palermo e il suo territorio. Grazie Vincenzo Florio”. Sul Palco c’era anche l’attore Beppe Fiorello entusiasta di essere li.
La Targa Florio da sempre, è il motore che muove gli animi sportivi di tantissimi appassionati di tutto il mondo, ma soprattutto, è un momento di sport e le bellezze del territorio Siciliano fanno da cornice a tutto ciò. La Targa Florio è un’ottima occasione di socialità, turismo e anche sviluppo economico per l’intera Sicilia. Infatti, la gara parte da Palermo ma percorre numerose province; I monti delle Madonie sono l’ambiente naturale per una competizione Mondiale, le strade poi, sembrano essere fatte apposta per testare le sospensioni e la tenuta delle gomme di auto dure e pure come quelle dei Rally.

Fonte: Youtube.com
Fonte: Youtube.com

Accanto a Mauro e Gemma, ai nastri di partenza c’era anche la coppia Campione Italiano di Rally, Andreucci-Andreussi con la loro Peugeot 208 R2.
Tante le auto in gara: particolari le “storiche” Fiat 124 Spider Sport Rally, le Bmw 2002 Rally e le due VW Golf GTI prima serie. Tra le auto “moderne” era presente la Skoda Italia con la loro Fabia R5. Immancabile il beniamino di casa, Totò Riolo, con la sua Abarth 124 Rally del 2017. Curiosa una Fiat Seicento Sporting partecipante al campionato A/A0. Vai a pagina 2 per la Targa Florio Classic e per vedere il Prototipo dell’Alfa Giulia!

FOTO PERSONALE
FOTO PERSONALE

 

Vota qui ora gratuitamente da 1 a 5 stelle 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)

Loading...
Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento