buzzoole code

Un collezionista fa causa alla Ferrari L'ultima "nata" a Maranello è causa di uno scontro tra il presidente della Ferrari e uno dei suoi più "illustri" collezionisti della "rossa"

Fallo sapere ai tuoi amici

Pare che la casa costruttrice di Maranello ha proibito la “vendita” della “LaFerrari” Aperta , ovvero un modello di auto vendibile solo a clienti “speciali”, a un collezionista Americano, il quale aveva già mandato un assegno da un milione di dollari (poi rispedito indietro) al presidente della Ferrari Sergio Marchionne. L’imprenditore, grandissimo appassionato di auto sportive, possiede vecchi modelli del “cavallino rampante” come: due Testarossa, F 50, Enzo, FXX, 458 Speciale, LaFerrari. Mr.Henn (questo è il nome dell’imprenditore) non l’ha presa bene e ha depositato una causa contro la Ferrari chiedendo un risarcimento di  75.000 dollari per i danni alla sua reputazione e ai suoi interessi economici. Ora questa vicenda sarà analizzata dalla Corte di Fort Lauderdale (Florida). Questa vicenda potrebbe rivelarsi “fatale” per le tante case automobilistiche, oltre alla Ferrari, il quale selezionano i loro clienti con criteri di merito del tutto arbitrari.

Fonte: FERRARI
Fonte: FERRARI

Mr. Henn oltre ad aver corso la 24 Ore di Le Mans è anche un grande amico di Luigi Chinetti, ovvero colui che importò la Ferrari in Nord America, nonché il fondatore della mitica scuderia N.A.R.T. il quale la sua storia è a stretto legame a tante pagine storiche della “rossa” di Maranello. Addirittura l’imprenditore 85enne oltre a possedere una Fornmula 1 di Schumacher, ha aperto anche un museo. Ritornando sulla vicenda, L’Americano avrebbe incassato un “no” dal Presidente della Ferrari perché le auto erano “già tutte vendute”. Ma la risposta dell’avvocato del “danneggiato” non si è fatto attendere, infatti ha ribattuto affermando: “Il fatto che Preston Henn non sia qualificato per l’acquisto di una LaFerrari Spider non corrisponde a verità”. Al momento non si sa come andrà a finire la vicenda, ma forse qualcosa ci dice che la Ferrari non né uscirà “illeso”  da questa storia…

Vota qui ora gratuitamente da 1 a 5 stelle 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)

Loading...
Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento