buzzoole code

Volkswagen in leggera flessione all’inizio del 2016 Il Dieselgate fa meno danni del previsto, qui l'analisi Volkswagen e i numeri

Fallo sapere ai tuoi amici

Le conseguenze del Dieselgate non hanno avuto conseguenze importanti sui conti del gruppo Volkswagen, che registra un primo trimestre del 2016 in linea con le aspettative: nel periodo Gennaio-Marzo le entrate sono diminuite del 3,4%, a 51 miliardi di euro, per effetto di una leggera decrescita nel numero di auto vendute e degli effetti negativi nei rapporti di cambio valuta. L’azienda parla di trimestre “solido” e in linea con le aspettative. Il bilancio 2016 potrebbe tuttavia chiudersi in flessione del 5%, in ragione delle incognite che tutt’oggi permangono.

Matthias Müller, numero uno del gruppo Volkswagen, ha definito il 2016 un anno di transizione. Nel periodo Gennaio-Marzo la società tedesca è riuscita in ogni caso a registrare un utile operativo di 3,4 miliardi, ottenuto in parte grazie ad una serie di aggiustamenti valutari legati al Dieselgate: i 300 milioni in più generano un risultato migliore rispetto al primo trimestre del 2015, quando l’azienda guadagnò 3,3 miliardi.

La situazione dei singoli marchi rimane tutto sommato positiva, ad eccezione della Volkswagen: il profitto è calato dai 514 milioni del primo trimestre 2015 ai 73 del periodo Gennaio-Marzo 2016 ma il margine di guadagno per vettura rimane favorevole (0,3%). Nello stesso periodo l’Audi ha registrato un utile pari ad 1,3 miliardi (da 1,4 miliardi), la Skoda è passata dai 242 milioni del 2015 ai 315 del 2016 e la Seat ha visto anch’essa crescere il margine di guadagno, passato dai 33 milioni del primo trimestre 2015 ai 54 milioni del bilancio in corso. Il margine della Porsche è salito da 765 milioni ad 895 milioni, mentre la Bentley è l’unica in perdita.

Vota qui ora gratuitamente da 1 a 5 stelle 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)

Loading...
Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento