buzzoole code

Volkswagen non si ferma, arriva il Benzina che consuma come un Diesel Volkswagen continua a sviluppare novità importanti in vista del futuro, il nuovo motore già disponibile su Golf

Fallo sapere ai tuoi amici

Volkswagen continua a sorprendere e lancia sul mercato la prima Golf dotata di un motore benzina in grado di offrire consumi competitivi e simili ai propulsori a gasolio, costando molto meno.
Il motore in questione è il nuovo 1.5 TSI ACT BlueMotion capace di disattivare due dei suoi quattro cilindri e di addirittura spegnere del tutto il sistema per diminuire in modo rilevante i consumi. Con una potenza complessiva di 130 Cv, già ordinabile su Golf e Golf Variant, Volkswagen lo posiziona nell’allestimento Business1, promettendo un consumo omologato di 4,8 l/100 km che nel ciclo extraurbano scende a 4,1 l/100 km consumi di gran lunga inferiori (superiore del 10% circa) rispetto ai propulsori a benzina comparabili. In sostanza si tratta di una percorrenza compresa tra i 20 ed i 25 km/l.

Fonte: Volkswagen
Fonte: Volkswagen

La chiave alla base del raggiungimento di questi risultati è il nuovo processo di combustione Miller TSI con controllo della distribuzione al millesimo e aumento del rapporto di compressione a cui si aggiunge l’uso di un innovativo turbocompressore con turbina a geometria variabile.
Ma come funziona il sistema? Ogni volta che la centralina ritiene che la richiesta di potenza viene ridotta ecco che la “gestione attiva dei cilindri (ACT)” disattiva due cilindri interni. Il processo si svolge in un regime compreso tra i 1.400 e i 4.000 giri al minuto e fino ad una velocità di 130 km/h.
Per il guidatore, che quindi non deve fare assolutamente niente, c’è un’informativa che appare sulla strumentazione.
Il motore può poi essere associato al cambio automatico a doppia frizione DSG a 7 rapporti. In questo caso quando si veleggia, rilasciando l’acceleratore, avviene il disaccoppiamento dalla trasmissione e il motore, che non genererà resistenza, ottimizzerà l’energia cinetica del veicolo che quindi a parità di condizioni raggiunge senza dare nuovamente gas una distanza maggiore rispetto a quando la marcia è innestata. Così la Golf non produce emissioni e gli analisti Volkswagen ne hanno valutato l’impatto in termini di una riduzione di consumi che può raggiungere i 0,4 l/100 km.
Fonte: Volkswagen
Fonte: Volkswagen

In realtà non finisce qui. C’è infatti anche un sistema micro-ibrido che utilizza l’architettura a 12 Volt dell’impianto elettrico e una compatta batteria agli ioni di litio per alimentare tutti i dispositivi dell’auto nelle fasi in cui il motore è spento.
I tedeschi prevedono di lanciare nei prossimi anni nuove versioni del propulsore in questione con altri step di potenza senza escluderne ogni tipo di sviluppo. Il motore sulla carta può inoltre essere accoppiato ad un sistema ibrido oppure a metano quindi i margini di crescita sono pressoché infiniti !
Fonte: Volkswagen
Fonte: Volkswagen

Iscriviti alla nostra VIP AREA ed entra nel Club di Motori più esclusivo!

Permessi Marketing

Carblogitalia userà le informazioni che tu hai fornito in questo modulo per rimanere in contatto con te fornendoti aggiornamenti e utilizzando i dati a scopo marketing.

Perfavore, facci sapere cosa possiamo mandarti:

Puoi in ogni momento cambiare idea cliccando "Disiscrivi o Unscribe" nella parte bassa delle email che riceverai da parte nostra o contattandoci all'indirizzo press@carblogitalia.it

Ci impegniamo a trattare i tuoi dati con rispetto. Per ulteriori informazioni sulle nostre Politiche di Privacy visita la sezione dedicata sul nostro sito. Cliccando di seguito acconsenti all'utilizzo da parte nostra dei tuoi dati in accordo con i termini di cui sopra.


Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento