buzzoole code

Volvo XC60: la piccola Svedese è pronta alla sfida (FOTO) La seconda generazione della suv media di Goteborg porta in dote molte qualità già viste sulla più grande XC90, introducendo però nuovi sistemi di sicurezza. Tante sono le concorrenti...

Fallo sapere ai tuoi amici

Quello dei SUV di medie dimensioni è diventato un mercato in continua evoluzione e crescita, tantoché molte case automobilistiche ne hanno già intuito il guadagno (basti pensare che un marchio noto per le sue berline sportive come l’Alfa Romeo abbia recentemente introdotto un segmento a lei quasi sconosciuto come quello dei SUV, con la nuova Stelvio). In un mercato così affollato appunto, tenta di emergere anche la Volvo presentando a Ginevra la seconda serie della XC60, modello leader del mercato soprattutto nelle versioni aziendali, che oltre allo stile rinnovato, si differenzia dalla massa per una attenzione maggiore alla sicurezza, sia degli occupanti che dei pedoni.

Per quanto riguarda lo stile la nuova Volvo presenta le caratteristiche stilistiche introdotte dalla nuova XC90 e le sorelle s90 e v90, dato che si affida allo stesso pianale modulare SPA, con i caratteristici fari full Led chiamati “martello di Thor”. Il frontale inoltre si presenta con una calandra cromata a listelli verticali e col logo Volvo in bella vista al centro. La fiancata è molto sinuosa per essere quella di un suv medio-grande con il cofano anteriore lungo e l’abitacolo arretrato. Al posteriore ci sono un’evoluzione dei tipici fari dell’XC60 che noi tutti conosciamo, quindi posti verticalmente, ma stavolta continuano anche in senso orizzontale fino a “tagliare” il portellone posteriore.

Fonte: Quattroruote.it
Fonte: Quattroruote.it

Gli interni sono omologati soltanto per 5 persone e sono molto simili alle altre sorelle Volvo; la plancia è elegante, con le bocchette d’aereazione poste verticalmente ai lati dello schermo del navigatore da 9 pollici e la radica o l’alluminio che, a seconda delle versioni, abbondano un po’ ovunque. Molto spazioso e arioso l’abitacolo con i sedili rivestiti in pelle Nappa. Le porte di accesso davanti sono grandi e regolari mentre quelle dietro sono forse un tantino piccole. E’ possibile inoltre integrare lo schermo centrale con un cruscotto di tipo digitale. Infine si può attingere alla quasi infinita lista di optional che comprende l’hi-fi Bowers&Wilkins da 1400 Watt. I comandi del clima sono integrati nel grande display centrale e quindi non così intuitivo da gestire. il bagagliaio ha una capienza di 505 con i sedili posteriori in uso.

Fonte: Quattroruote.it
Fonte: Quattroruote.it

La XC60 pesa da un minimo di 2.081 Kg a un massimo di 2.349 Kg; valori di tutto rispetto che assieme alle sospensioni anteriori a quadrilatero alto e una meccanica raffinata, riescono a far muovere agevolmente e con disinvoltura l’auto.

Alla già notevole attenzione alla sicurezza introdotta con la S/V90 e la XC90, si aggiungono lo Steer Assist che prevede 2 funzioni: la prima si chiama Oncoming Line Mitigation e si integra alla frenata automatica d’emergenza e suggerisce al conducente una traiettoria alternativa in caso di l’impatto imminente, mentre il sistema per il monitoraggio degli angoli ciechi include ora una funzione per deviare la traiettoria ed evitare incidenti nelle manovre di sorpasso. La seconda è il Pilot Assist che controlla lo sterzo, l’accelerazione e la frenata fino a 130 Km/h.

Fonte: Quattroruote.it
Fonte: Quattroruote.it

Infine le motorizzazioni disponibili sono per tutti i gusti: si va dai benzina T5 e T6 rispettivamente da 254 e 320 CV, passando dai diesel D4 e D5 da 190 e 235 CV, fino ad arrivare al “top” denominato T8 che abbina i 320 CV del 2.0 a benzina assieme a 65 kW del motore elettrico: si tratta di una tecnologia ibrida capace di sviluppare 407 CV, mostrando valori da sportiva riuscendo a coprire uno scatto “0-100 km/h” in soli 5.3 secondi; la sola modalità elettrica è assicurata per 45 Km e le batterie da 10,4 kWh si ricaricano in 3 o 7 ore a seconda dell’impianto elettrico dalla quale si sta ricaricando l’auto. Il cambio per tutte è automatico a 8 marce il cui pomello è realizzato in un particolare materiale in vetro, molto elegante e ricercato.

La nuova Volvo XC60 si vuole differenziare dalla massa presentando molte frecce al suo arco: non si tratta solo di un SUV bello da guidare ma è anche molto attento al guidatore e a quello che succede attorno a lui e può adottare tecnologie “green” come quelle del motore Ibrido.

Vota qui ora gratuitamente da 1 a 5 stelle 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 5,00 out of 5)

Loading...
Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento