spot_img

Bollo auto: qui tutte le possibilità di rimborso possibili

Ecco i casi in cui si può richiedere il rimborso del bollo auto, ma come ottenerlo? E’ possibile ottenere un risarcimento sulla tassa e calcolare i mesi in cui non si è potuto usufruire dell’auto, ad esempio in caso di furto, rottamazione, vendita o esportazione.

In caso di demolizione o rottamazione entro il termine ultimo previsto per pagare il bollo non si è tenuti a versare alcuna tassa. Il tutto compilando l’apposito modulo previsto per rimborso bollo auto, l’intera somma ci verrà restituita, facendo ovviamente presente la cosa al PRA (Pubblico Registro Automobilistico).

In caso di vendita, il bollo auto, non può essere trasferito ad un nuovo veicolo ma, seguendo sempre le specifiche direttive della regione di residenza, può essere rimborsato per i mesi non usufruiti. Se la vendita è stata effettuata con data antecedente all’ultimo mese di validità del versamento dell’imposta del bollo sarà possibile richiedere il rimborso.

Se decidiamo invece di esportare l’auto all’estero è possibile ottenere per intero il rimborso del pagamento del bollo. Anche in questo caso bisognerà però tenere in considerazione le date di validità della tassa. Questa possibilità varia da regione a regione a seconda della normativa vigente.

In caso di furto dell’auto, grazie ad una norma introdotta nel 1° gennaio del 2004, sarà possibile richiedere il rimborso dei mesi di bollo non usufruiti. Il rimborso di questa tassa sarà calcolato per i mesi mancanti, a meno che il furto non sia accaduto nell’ultimo mese di validità dell’imposta; in questo caso non si potrà richiedere alcun risarcimento.

Potrebbe interessarti

Rispondi o lascia un commento

seugici ovunque

21,637FansLike
8,937FollowersFollow
2,467SubscribersSubscribe
- Contenuto offerto da -spot_img

più recenti