spot_img

Mercato auto a picco, perdita enorme di IVA per l’Italia

Perdita enorme di Iva per l’Italia, un buco dovuto al rallentamento del settore Automotive che è ormai difficile da sanare

La notizia è stata riportata dal Direttore Generale Unrae, Unione Case Estere, Andrea Cardinali a fleetmagazine, ci sarà una perdita enorme di iva per l’Italia a causa del collaso del settore dell’auto. Nel triennio che va dal 2020 al 2022 si prevede un buco da oltre 5 miliardi e mezzo di euro solo per la vendita di autovetture nuove.
Le soluzioni per tappare la buca ci sarebbero e secondo Cardinali il Governo dovrebbe sostenere il settore, spesso sottovalutato. Si potrebbe ad esempio inserire un emendamento in legge di Bilancio anche se ormai questa è una possibilità assai remota.

Dopo lo stop agli incentivi, come immaginabile, il mercato si è arenato! Gli incentivi da sempre “dopano” il mercato e i consumatori fermano gli acquisti attendendone di nuovi. Per questo il Dirigente Unrae propone un miliardo di euro di ecoincentivi per tre anni. Il 2021 chiuderà con meno di un milione e mezzo di auto venture mentre l’ultimo anno pre-Covid si era giunti ad un livello di 2 milioni di autovetture vendute. E l’anno prossimo andrà mle uguale.

Da non sottovalutare anche gli effetti sull’occupazione che saranno ingenti. Le Concessionarie hanno ad oggi strutture superiori per costi e mezzi all’andamento attuale del mercato e secondo noi da Gennaio inizieranno a muoversi. Il Governo deve agire e subito per tutelare mercato e occupazione.

Potrebbe interessarti

Rispondi o lascia un commento

seugici ovunque

21,637FansLike
8,937FollowersFollow
2,467SubscribersSubscribe
- Contenuto offerto da -spot_img

più recenti