buzzoole code

FCA tutto in ballo: un errore l’unione tra Alfa Romeo e Maserati? Maserati in crollo verticale, ecco le mosse di FCA per riparare il danno e tornare in carreggiata

Fallo sapere ai tuoi amici

Automotive News ha riportato una dichiarazione secondo cui Mike Manley, Ceo di FCA, il 30 Ottobre durante l’incontro con gli analisti avrebbe dichiarato che unire Alfa Romeo e Maserati  a livello gestionale sarebbe stato un errore. Manley recrimini la decisione perchè in questo modo l’attenzione su Maserati sarebbe scesa dando spazio e riflettori invece al Biscione.  Il risultato? Una minore percezione di lusso per la Casa del Tridenti.  Ecco perchè i numeri sarebbero crollati! Maserati perde nell’ultimo trimestre l’87% dei ricavi, il 19% delle consegne (8’800 unità) mentre i margini sono passati dal 13.8% del 2017 all’attuale 2.4%, insomma si guadagna molto meno.

Fonte: Alfa Romeo

Il nuovo AD ha deciso dunque per una immediata inversione di rotta richiamando alla guida della Casa modenese Harald Wester già Direttore  dal 2008 al 2016  diretta. Nuovi Dirigenti poi sarebbero in arrivo dalla Ferrari tra cui si vocifera, l’esperto in vendite e marketing ultraluxury, Jean-Philippe Leloup,  Responsabile per la Rossa nell’Europa centrale e orientale. Nasce dunque Maserati Commercial, un team specializzato che impiegherà almeno due trimestri per invertire l’attuale tendenza con la speranza di tornare in carreggiata entro il 2019.

Altro problema di Maserati sarebbe la mancanza di un rinnovo continuo della gamma. E’ il caso di Levante, che con due anni di vita è l’unico Suv premium che non cresce sul mercato.
Porsche Cayenne, Bmw X5 e Mercedes GLE continuano a salire e sono i suoi principali rivali. Una frenata che per Maserati significa minore quota di mercato dovuta anche al rallentamento subito in Cina oltre che ai nuovi standard antinquinamento europei.

Fonte: wannahaves.com

Il piano industriale 2018-2022 parla della Maserati Alfieri, coupé ad alte prestazioni declinata anche in versione cabriolet. Vettura innovativa che sarà fornita anche dell’unità ibrida plug-in e di quella elettrica. Alfieri sostituirà GranTurismo e GranCabrio giunte ormai a fine carriera.
L’obiettivo è quello di vendere 100 mila unità l’anno entro il 2022 oltre ad elettrificare completamente la gamma. Ci saranno anche una concorrente di Porsche Macan, la nuova Quattroporte, la seconda generazione della Levante e la nuova Ghibli.

Iscriviti alla nostra VIP AREA ed entra nel Club di Motori più esclusivo!

Permessi Marketing

Carblogitalia userà le informazioni che tu hai fornito in questo modulo per rimanere in contatto con te fornendoti aggiornamenti e utilizzando i dati a scopo marketing.

Perfavore, facci sapere cosa possiamo mandarti:

Puoi in ogni momento cambiare idea cliccando "Disiscrivi o Unscribe" nella parte bassa delle email che riceverai da parte nostra o contattandoci all'indirizzo press@carblogitalia.it

Ci impegniamo a trattare i tuoi dati con rispetto. Per ulteriori informazioni sulle nostre Politiche di Privacy visita la sezione dedicata sul nostro sito. Cliccando di seguito acconsenti all'utilizzo da parte nostra dei tuoi dati in accordo con i termini di cui sopra.


Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, metti un mi piace alla nostra pagina Facebook cliccando qui!

One thought on “FCA tutto in ballo: un errore l’unione tra Alfa Romeo e Maserati?

  • 19 novembre 2018 at 23:40
    Permalink

    Eh si torna sempre lì se i modelli nuovi (Alfieri che è stupenda) non li fate uscire e quelli in vendita non li aggiornate è chiaro che le vendite ne risentono e pure tanto.

    Reply

Rispondi o lascia un commento