spot_img

Opel Corsa OPC: la piccola che su pista sembra grande (FOTO)

Come tutte le vetture prodotte dalla OPC, la divisione sportiva dalla quale escono le Opel più performanti, anche la più pepata fra le Corsa è stata sviluppata e messa a punto nel cosiddetto “Inferno Verde” per un totale di 10.000 km, che (secondo la casa) equivalgono a ben 180.000 km su strade normali. Questa versione “al peperoncino” non è molto diversa dalla Corsa “base”, a parte gli spoiler aggiunti più estesi, le minigonne e due coreografici terminali di scarico separati, la differenza la fa soprattutto il motore.

Fonte: motorefashion.it
Fonte: motorefashion.it

La “piccoletta” monta infatti un 1.6 turbo a benzina da 207 CV sviluppata a 5800 giri e 245 Nm di coppia massima (che, grazie all’overboost, salgono a 280 Nm per alcuni secondi quando si preme a fondo l’acceleratore). Il prezzo è davvero abbordabile, in pista la Opel Corsa OPC permette di assaporare emozioni davvero gratificanti, che solo vetture ben più costose e potenti possono garantire. Un temperamento ulteriormente esaltato dal “Pacchetto Performance”, che comprende cerchi in lega leggera di 18” con pneumatici di generosa sezione (215/40), dischi dei freni anteriori maggiorati e il differenziale autobloccante meccanico sull’asse anteriore: un meccanismo “vero” (non simulato, cioè, dall’elettronica) che ottimizza la trazione quando si accelera in uscita di curva, in sintonia col controllo elettronico della stabilità.
Fonte: alvolante.it
Fonte: alvolante.it

In pista si rivela una “belva”, agilissima e fulminea nelle variazioni di traiettoria, sicura, sincera e ben gestibile persino in mani non troppo esperte. E se è vero che la frizione è un pò pesante e il cambio, talvolta è ruvido e impreciso, il divertimento al volante della OPC è tanto da far dimenticare tutto.

Potrebbe interessarti

Rispondi o lascia un commento

seugici ovunque

21,637FansLike
8,937FollowersFollow
2,467SubscribersSubscribe
- Contenuto offerto da -spot_img

più recenti