spot_img

Piano aumenti ricarica elettrica, alla fine costerà come il termico

Scenario degli operatori. Primo operatore in Italia si conferma Enel X con 13 mila colonnine installate e tariffe così suddivise: 0,40 euro al kWh fino a 22 kW di potenza, 0,50 euro per quelle fino a 50 kW e 0,79 euro per le stazioni rapide fino a 350 kW.
Disponibili anche gli abbonamenti. Dalla Flat Smal a 0,36 euro/KWh si passa alla OpenChange che integra la Flat domestica illimitata con quella delle colonnine dividendola su tre livelli: fino a 30 kWh/mese per la OpenCharge20 ad un prezzo di 20 euro, 80 kWh/mese per la OpenCharge50 e 150 kWh/mese per la OpenCharge80.

A2A è invece attiva perlopiù in Lombardia dove possiede 1’000 punti di ricarica fino a 50 kw. C’è sia la tarriffa Flat che quella a consumo. La tariffa a consuma costa 0,37 euro/kWh per le 22 kW e 0,47 euro/kWh per le 50 kW a corrente continua. Dentro Milano ci sono aree in cui si paga a tempo. Ricarica gratis nelle Isole Digitali fino a 3 ore e con un prezzo da 0,166 euro/min dalla quarta ora in poi.

Tesla è un’eccezione. La rete Tesla è per il momento dedicata solo ai propri veicoli con un sistema chiuso che conosce sia le vetture gli utenti. I servizi sono tecnologicamente avanzati ad un costo ottimale. I costi poi sono molto accessibili 0,37 euro/kWh con oltre 300 stazioni Supercharger in Italia e oltre 2’500 in Europa. Ognuno si compone di 10 punti di ricarica con potenza pari a 250 kW. Esistono poi i destination charger, punti ricarica che hanno sede in strutture commerciali e ricettive. Tesla ha poi aperto la rete Supercharger a 0,59 euro/kWh o in abbonamento a partire da 13 euro al kWh.

EV Way. E’ un circuito di interoperabilità con oltre 200mila punti di ricarica. Il osto della ricarica è di 0,40 euro/kWh per la corrente alternata con l’aggiunta di 4 euro l’ora dopo le prime quattro ore dalle 08:00 alle 23:59 e con 1 euro di commissione. Per le correnti ad alta fornitura si pagano 0,45 euro/kWh più 10 euro l’ora, anche di notte. C’è un app per accedere alla colonnina o un particolare portachiavi magnetico.

BeCharge ha invece 5’752 punti di ricarica installati, che salgono a 17’262 con la possibilità di utilizzare anche le strutture di altri operatori. Le tariffe sono le seguenti: 0,45 euro/kWh per la corrente alternata e 0,50 euro/kWh per la corrente continua. Quattro le flat: Be Electric da 175 euro per 500 kWh al mese, Be Large 250 a 90 euro mensili per 250 kWh, Be Regular 100 a 38 euro per 100 kWh e Be Light 50 a 20 euro per 50 kWh.

Potrebbe interessarti

Rispondi o lascia un commento

seugici ovunque

21,637FansLike
8,937FollowersFollow
2,467SubscribersSubscribe
- Contenuto offerto da -spot_img

più recenti