buzzoole code

Sognando il tempo che fù: e se tornasse l’Autobianchi A112?(FOTO) L'Autobianchi A112 come non l'avete mai vista, pronta all'uscita in pochissimi mesi

Fallo sapere ai tuoi amici

Se ne vedono poche ma sulle nostre strade ce ne sono ancora. Stiamo parlando della mitica Autobianchi A112. Una delle automobili che hanno segnato gli anni più belli della giovinezza di tanti di noi. Costruita da Autobianchi, azienda controllata della Fiat, dal 1969 al 1986, la A112 ha riscosso un successo straordinario soprattutto tra i giovani di quell’epoca che oggi vorrebbero vederla tornare in auge.

Fonte: newsdelgiorno.it
Fonte: newsdelgiorno.it

L’obiettivo era quello di battere la concorrenza della Mini e nei fatti questa è stata una delle poche vetture che forse è riuscita almeno ad eguagliarla. Normale, Elegante, Abarth, erano tanti i modelli presenti sul mercato che interpretavano la sportività racchiusa in pochi metri . I tempi adesso, purtroppo, sono cambiati ma sul web rimbalza una voce che non trova nè conferme e nè smentite.
Perchè non costruire una nuova Autobianchi A112 ? Una domanda che tutti gli appassionati si sono posti con il sogno di poter abbracciare nuovamente un’auto che ha fatto la storia dell’Italia e non solo.
Fonte: newsdelgiorno.it
Fonte: newsdelgiorno.it

Su Youtube è apparsa la proposta di Antonino Martini che ha creato una concept car ispirata alla A112, ridisegnandola secondo le leggi e lo stile dei giorni nostri.
Dalle immagini si vede la nuova Autobianchi A112 con linee filanti e decise, l’auto mantiene le dimensioni da compatta e assume un look che di certo non passerebbe inosservato. Anche se ci troviamo davanti più ad un’utopia che ad un sogno, il marchio Autobianchi resta comunque tra i beni del gruppo FCA e chissà che, magari dopo il triste declino di Lancia, qualcuno non stia pensando di seguire il web e riportare su strada la A112 .
Fonte: newsdelgiorno.it
Fonte: newsdelgiorno.it

Ti piace Carblogitalia.it? Aiutaci a crescere, seguici anche su Instagram cliccando qui!

Rispondi o lascia un commento