spot_img

Aggiornamento: Superbollo resta e forse ci sarà il bollo sulle storiche

Il Superbollo resta e ci sono tre nuovi emendamenti riguardanti un nuovo bollo sulle auto storiche

La cancellazione del superbollo non si farà, è quanto emerge dalla votazione in Senato che ufficialmente ne respinge la richiesta di abrogazione. L’addizionale erariale rimarrà e così l’emendamento presentato da Fratelli d’Italia è stato respinto in Commissione Finanze e Lavoro. Conseguentemente per il momento nulla cambierà.

Il Superbollo è una micro-tassa e assecondando il processo di semplificazione fiscale in corso molto probabilmente la scelta migliore sarebbe stata quella di abolirlo.
Analizzando i numeri del Superbollo da quando è entrato in vigore, si evince come dal 2012 al 2019 questo abbia portato circa 900 milioni di euro nelle casse dello Stato. Un importo rilevante, aumentato negli ultimi anni che però andrebbe confrontato con le eventuali perdite di gettito derivante dai minori acquisti di autovetture che ne sono colpite e da tutte le spese indirette che ne derivano e di cui lo Stato percepisce una parte in tasse. Senza contare gli escamotage studiati negli anni da molti che hanno comunque acquistato questo tipo di vetture evitando però di pagare l’imposta con metodo più o meno leciti.

A pagare le spese del superbollo poi, il mercato di auto nuove e usate con potenza superiore ai 252 cv, ovvero 185 kw.

Se non bastasse infine, sembra che sia allo studio una tassa sulle cosiddette “youngtimer” ovvero quelle vetture registrate come storiche e che hanno tra i 20 ed i 29 anni di età. In merito sono stati infatti presentati tre emendamenti da alcuni senatori di PD, Cinque Stelle e Italia Viva. Una notizia che ha subito allarmato tutti i possessori e gli appassionati. Una norma che se entrasse in vigore potrebbe un importante gettito nelle casse dello Stato ma che darebbe anche un duro colpo ad un mercato di nicchia che gode dei vantaggi legati ai bassi costi fiscali. Vedremo come evolverà la situazione nei prossimi giorni.

Aggiornamento: dopo il salto dell’abrogazione del Superbollo, le Commissioni Finanza e Lavoro hanno respinto la proposta di abolizione della riduzione della tassa auto per le vetture con più di venti ma meno di trent’anni. Conclusione, per chi ha una “Youngtimer” in garage non cambia nulla ! I possessori possono stare tranquilli.

Potrebbe interessarti

Rispondi o lascia un commento

seugici ovunque

21,637FansLike
8,937FollowersFollow
2,467SubscribersSubscribe
- Contenuto offerto da -spot_img

più recenti