spot_img

Valentino Rossi: il ricorso al Tas potrebbe costargli il mondiale

Valentino Rossi rilancia. Secondo quanto confermato a SportMediaset, è stato presentato un ricorso d’urgenza al Tas per ridurre i tre punti di penalità inflitti al pilota di Tavullia dopo il contatto con Marc Marquez domenica scorsa sulla pista di Sepang. L’obiettivo è quello di evitare l’ultimo posto nella griglia di partenza nel GP a Valencia, dove si decidono le sorti del Mondiale MotoGP.
Punti che, sommati a quello già avuto sulla patente dal Dottore, hanno sancito la penalità.

Il ricorso sarebbe stato deciso Martedì in uno studio legale-commerciale pesarese, dove sono stati presi in esame i casi di penalità di quest’anno: di 95, solo in tre occasioni sono scattati i tre punti. E ci sarebbero altre prove nella mani dell’entourage di Rossi (non solo i video circolati il giorno dopo) che darebbero un’altra lettura al fatto di Sepang.

Non solo notizie positive, il TAS infatti potrebbe decidere, e ha il potere di farlo, di stravolgere i verdetti degli organi di giudizio MotoGP (Dorna e FIM) ma agli occhi di un giudice esterno la sentenza inflitta a Valentino potrebbe risultare una contraddizione, aggravando di fatto la posizione del numero 46 qualora venisse stabilito che la decisione di Sepang è stata troppo blanda. Il TAS quindi potrebbe cancellare sì l’ultimo posto in griglia, ma anche i 16 punti del terzo posto e in quel caso Lorenzo partirebbe da +9 e gli basterebbe arrivare terzo con Rossi vincente.

Per sapere se il ricorso è stato accettato o meno, bisognerà attendere l’inizio della prossima settimana.

Potrebbe interessarti

Rispondi o lascia un commento

seugici ovunque

21,637FansLike
8,937FollowersFollow
2,467SubscribersSubscribe
- Contenuto offerto da -spot_img

più recenti